Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Lo spazio e il tempo nel cinema di Alain Resnais: Hiroshima mon amour, L'année dernière a Marienbad e Muriel.

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

9 1. 1. Storia e discorso Nella Poetica, Aristotele distingueva all’interno del racconto un logos, ovvero l’argomento, costituito dall’imitazione delle azioni del mondo reale, e un mythos, l’intreccio. In seguito, i formalisti russi hanno ripreso questa stessa distinzione, utilizzando, però altri termini: la “favola”, o somma degli eventi riferiti in ordine cronologico, e l’intreccio, o l’ordine della concatenazione degli eventi in cui la storia è narrata. In linea con la tradizione formalista e strutturalista, Seymour Chatman, nell’approfondita analisi sulla struttura narrativa del romanzo e del film, distingue il racconto in una storia o “cosa”, il concatenarsi degli eventi e degli esistenti, ed un discorso o “come”, i mezzi tramite cui è comunicato il contenuto della storia, “la rappresentazione discorsiva derivante dall’utilizzo espressivo della manifestazione significante, riconducibile alle forme di enunciazione e rappresentazione proprie di ogni forma narrativa” 3 . Il discorso, abbiamo detto, è il “come” della storia, è l’insieme dei procedimenti attraverso cui essa si esplicita e viene percepita, ma è anche la condizione stessa della sua esistenza. Infatti, il discorso, in qualsiasi medium, non è semplicemente una “transcodificazione e non costituisce un piano espressivo staccato o sovrapposto, ma riguarda la natura stessa della narrazione e i modi della sua enunciazione, che investono a fondo il senso e l’articolazione della diegesi”. Chatman riprende, poi, questa distinzione tra storia e discorso e la applica ad un piano di contenuto e uno di espressione, elaborando uno schema della struttura narrativa, dove vediamo sul piano della storia e del contenuto gli eventi, che si distinguono a loro volta in azioni e avvenimenti a seconda che il protagonista svolga un’azione o la subisca; e gli esistenti, vale a dire i personaggi e i loro ambienti. 3 Ibidem.

Anteprima della Tesi di Tania Amico

Anteprima della tesi: Lo spazio e il tempo nel cinema di Alain Resnais: Hiroshima mon amour, L'année dernière a Marienbad e Muriel., Pagina 6

Laurea liv.I

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Tania Amico Contatta »

Composta da 136 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 8307 click dal 10/03/2005.

 

Consultata integralmente 12 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.