Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il paesaggio agrario e le politiche paesaggistiche della regione Umbria

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

6 Capitolo 1 Concetti introduttivi 1.1 Introduzione Il “Paesaggio” è considerato un fenomeno culturale di notevole complessità ed è stato oggetto di studio da parte di numerose scuole di pensiero che ne hanno evidenziato, spesso senza nette distinzioni, aspetti quali: ƒ il valore puramente estetico inteso come aspetto esteriore della bellezza “artistica” dei luoghi; ƒ il valore insito principalmente nei beni storico/culturali , beni cioè in grado di conservare le testimonianze come le costruzioni e le sistemazioni agrarie, o “segni” storici e simbolici in generale; ƒ l’insieme geografico in continua trasformazione, con interrelazioni dinamiche significative connotanti i luoghi tra gli aspetti naturalistici con quelli antropici; ƒ i valori visivamente percepibili costituenti i caratteri della fruibilità del paesaggio, nelle sue proprietà sceniche, quale prodotto dell’individuo spettatore/attore. Tali concezioni possono in massima parte riconoscersi nella definizione, espressa nel corso delle iniziative per la Convenzione Europea del Paesaggio, secondo cui il paesaggio è “una determinata parte di territorio, così come viene percepita dalla popolazione, il cui carattere deriva dall’azione di fattori naturali e/o umani e dalle loro interrelazioni". Secondo tale definizione, quindi, il paesaggio non può essere inteso quale sommatoria di oggetti, vincolati o meno, ma piuttosto quale forma, stile, impronta di una società, e quale qualità dell’ambiente di vita basato sull’equilibrato rapporto tra uomo e natura. Un approccio al paesaggio almeno in parte differente (e potenzialmente complementare) è quello fornito dalla Landscape Ecology (Ecologia del paesaggio). Infatti, questa disciplina considera il paesaggio come la risultante di tutti i processi che avvengono in un mosaico complesso di ecosistemi. Secondo tale approccio, il paesaggio è un sistema gerarchico multidimensionale caratterizzato sia strutturalmente sia funzionalmente dagli ecotopi attraverso cui è organizzato.

Anteprima della Tesi di Simone Bartolini

Anteprima della tesi: Il paesaggio agrario e le politiche paesaggistiche della regione Umbria, Pagina 3

Tesi di Laurea

Facoltà: Agraria

Autore: Simone Bartolini Contatta »

Composta da 149 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 11466 click dal 29/04/2005.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile solo in CD-ROM.