Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L' interazione in irc

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

capitalismo, attorno agli anni ‘60, in un momento storico in cui molti dei sogni della modernità “classica” sono crollati miseramente al confronto con la realtà empirica: i due principali figli della modernità, il socialismo “reale” e il capitalismo (non considero il fascismo non perché, al tempo, morto come attore politico, ma perché messo in secondo piano come produttore di discorso) mostravano al mondo molti punti in comune, punti che facevano presagire una nuova guerra mondiale; il destino di tutte le specie viventi era in mano a pochissime persone (e a codici in misteriose valigie), alla faccia della carica antiautoritaria che era nella retorica moderna, inoltre la scienza cominciava a riflettere sulla propria incapacità di rispondere a tutti i problemi, spudoratamente venendo meno al suo mandato positivista e gettando ombre inquietanti sulla sua capacità di definire ciò che è reale, l’individualismo radicale si scontrava con i principi morali, inoltre le nuove (ricche) generazioni occidentali facevano sentire tutta l’insoddisfazione per il sistema di vita dei loro genitori rigettando gran parte di ciò che essi avevano saputo costruire; insomma si stava sempre più dissolvendo l’utopia del progresso necessario (in senso filosofico). Ed è l’incertezza (vista in senso negativo, ma anche come premessa positiva alla costruzione di una visione alternativa del reale) che caratterizza l’approccio sociale postmodernista, nella sua versione attuale come scrive Z. Bauman il problema principale per l’individuo postmoderno è la ricerca di un centro “che unisca”, se non esiste più una religione, se la nazione perde la sua centralità nel definire le chanche di vita e le regole di comportamento, oltre che essere soggetta ad una crescente autorità superiore transnazionale (che si caratterizza principalmente in Europa con l’UE, nei paesi “in via di sviluppo” con le multinazionali, in America latina con gli USA, ma si possono citare anche, seppur con doverosa e triste cautela organizzazioni come, l’ONU, il tribunale internazionale e da ultimi l’opinione pubblica mondiale e i mass media), se la scienza non offre più quel supporto “asettico” ma sicuro che aveva ancora una trentina d’anni fa (cosa che si può intuire dalla scomparsa degli “esperti” da gran parte delle reclame contemporanee) allora l’individuo è lasciato in balia del suo progetto di vita che deve saper concepire e portare a termine in tutta solitudine. Questo processo porta gli esseri umani a divenire vieppiù coscienti della propria condizione esistenziale “l’umano è scegliere, scegliere è umano” (Z. Bauman, in Featherstone et al. 1995 cap. 8) ma la scelta comporta l’incapacità di prevedere le conseguenze a causa della fallacia umana, con il rischio sempre incombente delle dispersione, da qui la ricerca del centro che unisce che porta alla seconda caratteristica della condizione contemporanea, chi non ha le risorse per godere appieno del potere emancipatore della modernità non può far altro che rifugiarsi nei nuovi comunitarismi per i quali la progressiva emancipazione dai condizionamenti della tradizione si configura come una progressiva perdita e precisamente in una perdita d’identità , come scrive J. P. Sartre l’uomo è condannato a

Anteprima della Tesi di Marco Ferrieri

Anteprima della tesi: L' interazione in irc, Pagina 7

Laurea liv.I

Facoltà: Sociologia

Autore: Marco Ferrieri Contatta »

Composta da 110 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1751 click dal 30/03/2005.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.