Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La liberalizzazione del settore delle utilities. Opportunità o nuova minaccia per la Regione Campania?

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

riflettere bene sulle decisioni da prendere, in relazione proprio all’importanza strategica del settore delle utilities. La stessa Unione Europea ha da tempo sottolineato l’importanza della liberalizzazione dei mercati dei servizi di pubblica utilità. Si è affermata così la tendenza verso la costruzione di mercati europei competitivi e omogenei in settori quali le telecomunicazioni, i trasporti, l’elettricità e ha prevalso l’opinione che l’apertura di questi mercati sia l’unico modo per affrontare la pressione concorrenziale di operatori extra-europei. Rispondendo con prontezza alle direttive europee, i principali operatori dei settori citati hanno raccolto questa sfida procedendo alla costruzione di una rete di alleanze ed aggregazioni all’interno dei propri Paesi, dell’intera Europa o addirittura accordi extra-europei. Da sottolineare come la liberalizzazione dei mercati dei servizi di pubblica utilità non sia sempre stata accolta con grande favore. Le resistenze sono state sostenute, e lo sono ancora, dall’idea che salvaguardando il monopolio nel mercato interno si sarebbe garantito il mantenimento delle attività strategiche in ambito nazionale. E’ opportuno, invece, rendersi conto che senza una reale liberalizzazione e internazionalizzazione del settore, le imprese italiane non saranno mai in grado di raggiungere quegli standard di efficienza tecnica, organizzativa e commerciale che sono propri di altri operatori, e in particolare degli operatori leader nei mercati internazionali. Bisogna nuovamente rilevare che dalle scelte delle nostre utilities dipendono, oggi in misura rilevante, il potenziale competitivo delle imprese italiane e la loro capacità di imporsi sui mercati internazionali. Non dovrebbero quindi esservi esitazioni circa la direzione di marcia: liberalizzazione dei mercati interni dei servizi di pubblica utilità da associarsi ad una nuova maniera di intendere la regolazione, a processi di privatizzazione 4

Anteprima della Tesi di Alfonso Ardolino

Anteprima della tesi: La liberalizzazione del settore delle utilities. Opportunità o nuova minaccia per la Regione Campania?, Pagina 7

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Alfonso Ardolino Contatta »

Composta da 216 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5435 click dal 07/04/2005.

 

Consultata integralmente 8 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.