Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La Costituzione Britannica tra tradizione e modernizzazione

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

6 Di fatto la fine della Seconda Guerra Mondiale, sebbene l’abbia vista uscire vincitrice, ha messo fine all’Impero Britannico e con esso anche la forma di Stato che si era sviluppato nei due secoli precedenti; senza aver subito alcuna invasione, l’Impero fu smantellato da chi lo difendeva da nemici ben più brutali: gli Stati Uniti d’America 2 . L’incertezza sul proprio ruolo nel mondo, situazione che è stata definita dal Segretario di Stato americano Acheson, sembra trovare riscontro nell’atteggiamento della Gran Bretagna nell’affrontare la sfida posta dallo scenario post-bellico nei suoi rapporti con le ex-colonie e con i partner europei entro nuovi organismi economici e politici regionali come l’ Unione Europea, ed in misura diversa il Commonwealth, soprattutto per quanto riguarda la cessione di fette sempre più larghe di sovranità. Considerata dal suo interno, invece, la fine dell’ era imperiale e il dopo-guerra hanno restituito uno Stato appena uscito dalla più pesante e pressante crisi che abbia mai dovuto superare e che fu affrontata con il conferimento da parte del Parlamento al Governo di poteri quasi-dittatoriali per il mezzo degli Emergency Powers Defence Acts del 1939 e del 1940. Lo Stato apparato aveva scoperto a partire dalla Prima Guerra Mondiale e più compiutamente con il secondo conflitto mondiale, che la mobilitazione generale era 2 Mead, W.R. Il Serpente e la Colomba p.159. L’Autore, nella sua descrizione della politica estera americana nella Storia, descrive come la legge affitti e prestiti del 1939 ebbe effetto sul patrimonio britannico: “le sue proprietà all’estero furono offerte ai capitali americani secondo le condizioni imposte dal tempo di guerra; la Gran Bretagna dovette razionare i cibi essenziali e i materiali per il riscaldamento fino all’inizio degli anni Cinquanta; per più di un decennio i cittadini inglesi non furono in grado di cambiare liberamente e in quantità illimitata sterline in dollari. Il recupero della Gran Bretagna dopo la vittoria nella Seconda Guerra Mondiale fu più lento e meno deciso di quelli della Germania e del Giappone dopo la sconfitta.”

Anteprima della Tesi di Frederick Nicholas Dooley

Anteprima della tesi: La Costituzione Britannica tra tradizione e modernizzazione, Pagina 2

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Frederick Nicholas Dooley Contatta »

Composta da 199 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5511 click dal 15/04/2005.

 

Consultata integralmente 17 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.