Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Riforme e conomiche e servizi sociali nel sudafrica post-apartheid: l'accesso all'acqua

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

14 che investe la popolazione mondiale; l’assoluta necessità di acqua per l’uomo è tale che deficienze o fallimenti nel garantirla sono diretta causa di morte. E’ inoltre una questione politicamente esplosiva, riflettendo e concentrando in sé quegli elementi di esclusione, oppressione e discriminazione che caratterizzano la società. 16 Studiare la gestione dell’acqua implica considerare le condizioni e i modelli della società tutta, in quanto tutto dipende dall’acqua. Istituzioni nazionali e sopranazionali, organizzazioni ed enti non governativi, hanno da tempo inserito nella loro agenda la questione dell’acqua. I media, ufficiali e non, sollevano sempre più spesso il problema, in modo tale che la cittadinanza mondiale ne sta certamente diventando sempre più cosciente. Molto spesso se ne sente parlare in termini generali, considerandolo quale risultato dei processi di desertificazione e dei cambiamenti climatici generali. Tuttavia c’è una sensibilità crescente sul fatto che il futuro della risorsa acqua potrebbe essere assai problematico e con esso quello della comunità mondiale tutta. Sintomo che essa stia diventando sempre più una tematica importante è il fatto che il 2003 sia stato dichiarato dall’ONU anno internazionale dell’acqua. 17 Tale iniziativa, come molte altre avvenute su scala nazionale o regionale, sono volte, in ultima istanza, a portare avanti un percorso in grado di migliorare lo stato dell’accesso all’acqua nel mondo, così da ridurre e in ultimo eliminare il numero di persone che non dispongono di acqua potabile. In questo senso l’obiettivo dichiarato dall’ONU durante il Vertice Mondiale sullo Sviluppo Sostenibile, tenutosi a Johannesburg nel luglio 2002, è il dimezzamento, entro il 2015, della percentuale della popolazione mondiale incapace di accedere all’acqua potabile e ai servizi sanitari di base. 18 E’ opinione condivisa che ci siano tuttavia una serie di fattori che rendono estremamente complicato il percorso verso una situazione di disponibilità di acqua per tutti e che sono anche le prime cause dello stato in cui oggi ci troviamo. 16 J. McClune, Water privatisation in Namibia: creating a new apartheid, LARRI, 2004, p. 5. 17 Risoluzione ONU 55/196, 20 dicembre 2002. 18 www.johannesburgsummit.org

Anteprima della Tesi di Antonio Senta

Anteprima della tesi: Riforme e conomiche e servizi sociali nel sudafrica post-apartheid: l'accesso all'acqua, Pagina 12

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Antonio Senta Contatta »

Composta da 130 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2498 click dal 22/04/2005.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.