Situazionismo e critica urbana: esperienze di partecipazione sociale sul territorio

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

8 Per quanto riguarda la partecipazione si resterà in ambito accademico parlando delle teorie sull’origine dell’agire comunicativo di Habermas e sulla genesi e le modalità d’azione dei movimenti sociali. Non si può controbattere alla proposizione che associazionismo è sinonimo di democrazia mentre restano aperte le discussioni sulle modalità e l’efficacia dell’azione dei vari movimenti/ gruppi di pressione/ associazioni per l’ottenimento dei propri scopi. Riflettendo sulla partecipazione in un ottica situazionista si è giunti alle TAZ, Zone Temporaneamente Autonome di cui si proverà una descrizione consci della difficoltà e del rischio di giungere a conclusioni riduttive nella esplicazione di un argomento così complesso. Se la TAZ non è applicabile nella realtà fisica (per esempio a causa delle forti limitazioni e delle strette maglie del potere panottico) si sposta nell’ambito elettronico, cioè sulla Rete. Questo offre parecchi spunti per la sezione dedicata alla comunicazione, terzo punto della triade di valori di Vaneigem. Si parlerà in principio di capitali e reti sociali, cioè come si costruisce una rete di relazioni all’interno di una comunità per giungere agli spazi virtuali della rete delle reti (internet) e si vedrà come essa con il suo carattere tendenzialmente democratico possa considerarsi il superamento del vecchio sistema mediale televisivo connotato dalla passività dello spettatore, caratteristica propria della società dello spettacolo. L’ultimo capitolo vuole fungere da appendice a tutto il discorso. Si descriverà un quartiere di Milano particolarmente dinamico e rappresentativo per quanto riguarda gli aspetti di mobilità-partecipazione-comunicazione: il quartiere Isola in zona Garibaldi- Repubblica. Si focalizzerà l’attenzione verso gli atteggiamenti più innovativi di gruppi che adottano modalità di matrice situazionista nel campo della partecipazione sociale. Tenendo sempre presente che l’Urbanismo Unitario è semplicemente una costruzione ideale frutto di un’avanguardia e un suo possibile raggiungimento non può che rimanere nel campo delle speculazioni, si considererà il quartiere Isola nel punto in cui la suddetta triade di ideali viene messa in pratica, con le ovvie limitazioni dovute alla realtà politica e culturale del dato periodo storico in cui ci troviamo e nella consapevolezza che “le avanguardie hanno un unico tempo e la fortuna più grande che possono avere è, nel senso più pieno del termine, quella di fare il loro tempo” (Debord, In girum imus nocte et consumimur igni, 1978).

Anteprima della Tesi di Gianluca Longhi

Anteprima della tesi: Situazionismo e critica urbana: esperienze di partecipazione sociale sul territorio, Pagina 4

Tesi di Laurea

Facoltà: Sociologia

Autore: Gianluca Longhi Contatta »

Composta da 85 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 9486 click dal 06/05/2005.

 

Consultata integralmente 20 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.