Artisti e mercati del lavoro: dinamiche occupazionali

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

16 Molti studiosi si sono preoccupati di offrire un quadro chiaro ed esplicativo della situazione generale degli artisti utilizzando differenti approcci metodologici. Bruno S.Frey e Werner W. Pommerehne nel loro libro “Muses and Markets. Explorations in the Economics of the Art” (1989) suggeriscono otto caratteristiche tramite cui individuare l’artista: 1. la maggior parte del tempo viene speso nel lavoro artistico; 2. la gran parte del guadagno deriva dall’attività artistica; 3. il riconoscimento dell’essere artista da parte del pubblico; 4. il riconoscimento dell’essere artista da parte degli altri artisti; 5. la qualità del lavoro artistico prodotto (il che però implica un ulteriore dibattito sulla definizione di qualità artistica); 6. l’appartenenza a gruppi o associazioni di artisti professionisti; 7. una qualificazione professionale nel campo dell’arte; 8. l’auto-riconoscimento dell’essere artista. I primi due criteri sono oggettivi nel senso che possono essere considerati tramite analisi sui dati. I criteri tre, quattro e cinque trovano invece difficile rispondenza nella realtà, dato che si tratta di prendere in considerazioni giudizi opinionabili e soggettivi, che tra l’altro necessitano di ulteriori discussioni.

Anteprima della Tesi di Giovanna Parente

Anteprima della tesi: Artisti e mercati del lavoro: dinamiche occupazionali, Pagina 12

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Giovanna Parente Contatta »

Composta da 176 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1469 click dal 09/05/2005.

 

Consultata integralmente 7 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.