Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Analisi tempo-frequenza del segnale di accelerazione endocardica

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

ANALISI TEMPO FREQUENZA DEL SEGNALE DI ACCELERAZIONE ENDOCARDICA 1. Cenni sul cuore e sistema circolatorio 13 Nei tessuti autoritmici esiste una gerarchia funzionale. La capacità di un tessuto muscolare di imporre il proprio ritmo al cuore dipende dalla frequenza con cui insorgono potenziali d’azione, in particolare: Figura 1.5 L'elettrocardiogramma (ECG) consente di registrare le correnti prodotte dalla trasmissione degli stimoli elettrici nel cuore attraverso una misura non invasiva. Dato che gli elettrodi vengono posizionati in superficie, l’ECG è una misura integrale che trasmette informazioni relative all’attività elettrica globale del cuore. Un altro segnale che fornisce informazioni relative all’attività elettrica del cuore è l’elettrogramma intracavitario, IEGM, registrato dal sensore posto sull’estremità distale dell’elettrocatetere. Si tratta di una misura prettamente locale, infatti è in grado di segnalare quando il fronte di attivazione elettrico del cuore interessa la porzione di muscolo in cui è impiantato l’elettrodo.

Anteprima della Tesi di Sara Sguotti

Anteprima della tesi: Analisi tempo-frequenza del segnale di accelerazione endocardica, Pagina 7

Tesi di Laurea

Facoltà: Ingegneria

Autore: Sara Sguotti Contatta »

Composta da 126 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4422 click dal 11/04/2006.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.