Skip to content

Il nuovo profilo dell'abuso di mercato: la punibilità dell'outsider trading

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
stata fatta propria dal legislatore italiano, che ha previsto numerose fattispecie di reato connesse a tale essenza lesiva. Da una breve rassegna delle più rilevanti, intendiamo evidenziare l’elemento della sostanziale autonomia e – si licet – “originalità criminosa” dell’i.t. rispetto ai reati già contemplati dai codici e dalle leggi speciali; questo aspetto viene spesso ignorato dalla giurisprudenza, che tende piuttosto a inquadrare il problema nei termini più agevoli delle fattispecie delittuose ad essa più congegnali (recte: su cui si è formata). Ne consegue una non indifferente incertezza circa l’outcome delle decisioni delle corti che, come si vedrà meglio infra § 2.2, non hanno raggiunto una visione comune, producendo sentenze contraddittorie quanto al merito delle motivazioni. Nel reato di false comunicazioni sociali (art. 2621 c.c.) – non a caso posto nel Titolo XI a chiusura del Libro Quinto dedicato alle società – la fattispecie incriminatrice tutela il patrimonio sociale contro gli atti di infedeltà dei titolari del potere di amministrazione e controllo 19 : amministratori, direttori generali, dirigenti «preposti alla redazione dei documenti contabili societari», sindaci e liquidatori. Nella nuova formulazione della disposizione, rinnovata sostanzialmente dal d.lgs. 61/2002 20 , si specifica che tali soggetti vengono puniti quando, «con l’intenzione di ingannare i soci o il pubblico e al fine di conseguire per sé o per altri un ingiusto profitto», mediante una pluralità di atti 21 caratterizzati complessivamente da un uso improprio dell’informazione “sensibile” (in quanto idonea ad alterare fattori patrimoniali) e “riservata” (in quanto ottenuta in virtù del loro incarico all’interno della società), «espongono fatti materiali non rispondenti al vero […] ovvero omettono informazioni la cui informazione è imposta dalla legge». Senza addentrarci in un’analisi comparata di questa figura di reato rispetto alla condotta di i.t., basti notare come in questo caso siamo più vicini ad un’ipotesi di truffa, disciplinata dall’art. 640 c.p.; e in cui sono dunque (anche implicitamente) richiesti – per la consumazione del reato – degli «artifizi o raggiri» da parte del reo, sconosciuti invece alla fattispecie di i.t., tanto più che per esso le notizie oggetto del reato non sono solo quelle per loro natura destinate a rimanere riservate, ma tutte quelle la cui divulgazione può arrecare pregiudizio alla società 22 . 19 Si veda E. FORTUNA, Manuale di diritto penale dell’economia, CEDAM, 1994; per una trattazione più sintetica, ma aggiornata alle recenti modifiche legislative, cfr. R. ZANNOTTI, Il nuovo diritto penale dell’economia, Giuffrè, 2006, pp. 105 ss. Per una visione sinottica delle discipline previgenti rispetto a quella attuale, cfr. Diritto penale commerciale: dispensa per gli studenti del corso di laurea in Giurisprudenza, Egea, 2006, pp. 177 ss. 20 Il Decreto, recante la “Disciplina degli illeciti penali e amministrativi riguardanti le società commerciali, a norma dell'articolo 11 della legge 3 ottobre 2001, n. 366", è stato oggetto di modifica e integrazione da parte della L. 262/2005 recante “Disposizioni per la tutela del risparmio e la disciplina dei mercati finanziari”. 21 Nello specifico: «nei bilanci, nelle relazioni o nelle altre comunicazioni sociali previste dalla legge, dirette ai soci o al pubblico, espongono fatti materiali non rispondenti al vero ancorché oggetto di valutazioni ovvero omettono informazioni la cui comunicazione è imposta dalla legge sulla situazione economica, patrimoniale o finanziaria della società o del gruppo al quale essa appartiene, in modo idoneo ad indurre in errore i destinatari sulla predetta situazione». 22 In E. FORTUNA, Manuale, cit., l’A. suggerisce di “far rientrare nel mandato dell’organo sociale investito di poteri di amministrazione o controllo il compito di tenere riservate notizie che, se diffuse, potrebbero essere di danno al patrimonio sociale o all’immagine dell’impresa”. 6
Anteprima della tesi: Il nuovo profilo dell'abuso di mercato: la punibilità dell'outsider trading, Pagina 6

Preview dalla tesi:

Il nuovo profilo dell'abuso di mercato: la punibilità dell'outsider trading

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Jacopo Busnach Ravenna
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2006-07
  Università: Università Commerciale Luigi Bocconi di Milano
  Facoltà: Economia
  Corso: Scienze giuridiche
  Relatore: Eleonora Montani
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 64

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

abuso di mercato
aggiotaggio
analisi economica del diritto
caso chiarella
caso dirks
caso o'hagan
doppio binario
insider trading
market abuse
misappropriation theory
outsider trading
temporary insider theory
tipping
tuyautage

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi