Skip to content

Speranza mistica e pessimismo esistenziale nell'opera di Margherita Guidacci

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
9 Il terzo « incontro » determinante fu Ungaretti. Siamo nel 1943 e il poeta aveva pubblicato L’Allegria, Il Sentimento del tempo, e alcune poesie di Il Dolore. La sua scoperta, scrive Margherita, « mi affascinò e mi travolse », donde la decisione di fare la tesi di laurea su Ungaretti. De Robertis esitò ad accettare, poiché, nel contesto storico dell’epoca era una decisione « audace ». L’Ungaretti della tesi di Margherita fu il primo Ungaretti, il poeta di Allegria e di Sentimento del tempo, ma come trovare libri e riviste del primo Novecento in quell’inizio degli anni Quaranta ? L’intervento di Nicola Lisi le aprì le porte della fornitissima biblioteca di Papini ove la giovane laureanda svolse le sue ricerche. Gliene rimase un ricordo indelebile : « La biblioteca di Papini mi pareva un sogno. Vi trovai molte cose utili per la mia tesi ed altre che non c’entravano affatto ma che m’incuriosivano e che io seguivo beata ampliando i miei interessi ed anche disperdendoli in mille rivoli ». Per di più si era in guerra, c’era il coprifuoco, e la studentessa se ne tornava a casa la sera per strade nere come pece col cuore che le sobbalzava in petto ad ogni minimo rumore. Ma nel ricordo tutto questo diveniva avventura e lasciava un sentimento di nostalgia. Nel Diario di Giovanni Papini lo scrittore accenna alle visite pomeridiane della giovane cugina di Lisi, che definisce « timida, silenziosa, quasi astratta ». « Impostai la mia tesi sulla dialettica di " innocenza " e " memoria" di Giuseppe Ungaretti, partendo da uno scritto che avevo trovato in una delle riviste di Papini […] Vedevo la parola ungarettiana confrontarsi col silenzio, tuffarsi in esso e riemergere vergine, in una novità primigenia ed in uno stupore quasi religioso » 14 . Accennando alla raccolta Allegria, scrive : «Ed è sullo spartiacque della parola e del silenzio che si muove Allegria, i due versanti a continuo contatto e confronto in quei brevissimi versi che s’incuneano sulla pagina come in una fenditura del bianco che li circonda» 15 . . La tesi fu discussa il 3 dicembre 1943 con il titolo « La poesia di Giuseppe Ungaretti ». Ne citiamo ancora un frammento che anticipa le future scelte poetiche della Guidacci : « È necessaria la presenza simultanea di questi due elementi, suono e senso, e così strettamente associati, che ciascuno sia quasi il rispecchiamento dell’altro nella propria sfera”. Margherita racconta che De Robertis la esortò a far leggere ad Ungaretti quello che aveva scritto su di lui. Lo incontrò nella sua casa di allora, in piazza Remuria, a Roma. Ungaretti lesse la tesi e la elogiò. Ma l’espressione ricorrente « Curioso ! » con quella sua voce « frusciante che faceva pensare a un cespuglio dove frascasse un uccello » le fece capire che il poeta non vi si era riconosciuto. 14 Margherita Guidacci, le parole e le immagini, op. cit., p. 13. 15 Ibid, p. 19.
Anteprima della tesi: Speranza mistica e pessimismo esistenziale nell'opera di Margherita Guidacci, Pagina 8

Preview dalla tesi:

Speranza mistica e pessimismo esistenziale nell'opera di Margherita Guidacci

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Renata Tartufoli
  Tipo: Tesi di Master
Master in Master de langues, littératures et civilisations étrangères, spécialité italien
Anno: 2005
Docente/Relatore: François LIVI
Istituito da: Université Paris Sorbonne - Paris IV
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 91

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

acqua
angelo
attentato di bologna (1980)
dubbio
fede
giuseppe ungaretti
grünewald
henry moore
internamento psichiatrico
le sibille di michelangelo
luce (nel senso di rivelazione)
morte
pessimismo esistenziale
poesia
sabbia
scetticismo
speranza mistica
vecchiaia

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi