Le strategie di internazionalizzazione: il licensing in PH&T

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

8 rifornimento e rispetto ai suoi principali interlocutori non commerciali: equilibrio che assicura all’impresa sopravvivenza e sviluppo ” 9 . La crescente tendenza alla globalizzazione dei mercati, porta le imprese ad analizzare con attenzione la possibilità di internazionalizzarsi. Le imprese rivolgono particolare attenzione a fenomeni quali l’assottigliamento delle differenze culturali, la maggior varietà della domanda, il livellamento dei redditi pro/capite dei Paesi più sviluppati e l’adattamento dei mercati locali: si tratta in effettti di fattori sfruttabili dalle imprese per migliorare la propria performance 10 . In particolare, lo sviluppo tecnologico (che ha come punto di forza la maggior diffusion potenzialmente possibile a livello mondiale rispetto a qualsiaisi altro fattore), la convergenza dei bisogni dei consumatori, lo sviluppo di mezzi di trasporto e di comunicazione sempre più avanzati (che consentono un accesso facilitato, sia in termini di costi che in termini di tempo, ai mercati di sbocco), ed infine la riduzione delle barriere istituzionali al commercio internazionale, sono tutti fattori che spingono le imprese verso l’internazionalizzazione 11 . Ma cosa si intende per internazionalizzazione? Diverse sono le accezioni con cui viene inteso il termine internazionalizzazione. 1) Per "processo di internazionalizzazione" si intende quell processo che si articola in due percorsi: quello dell'orientamento al marketing internazionale e quello dell’orientamento al commercio internazionale. La modalità del commercio internazionale è anche detta internazionalizzazione passiva, mentre quella del marketing internazionale corrisponde all'internazionalizzazione attiva. L'impresa è in condizioni di internazionalizzazione passiva quando sono gli altri operatori economici (buyer, importatori, distributori) che trovano conveniente comprare il prodotto di un determinato paese. Infatti, avviene che nel paese di origine i prodotti siano comprati dai buyers delle multinazionali o da esportatori nazionali oppure che nel paese di destinazione i prodotti siano comprati da importatori o da distributori. Da questa analisi si ricava che i caratteri fondamentali e distintivi di tale forma di processo di internazionalizzazione sono: ξ la saltuarietà dei rapporti commerciali ; ξ l'assenza della ricerca del cliente ; ξ la mancanza della conoscenza del mercato ; ξ la non attuazione di una politica promozionale ; ξ la presenza di un buyer o di un esportatore/importatore, che si accolli il rischio di collocazione del prodotto sul mercato. 9 Demattè, Perretti (2002a), pag. 15. 10 Sicca (1994), pag 7. 11 Leontiades (1985), pag. 23.

Anteprima della Tesi di Fabiana De Vito

Anteprima della tesi: Le strategie di internazionalizzazione: il licensing in PH&T, Pagina 6

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Scienze della Comunicazione

Autore: Fabiana De Vito Contatta »

Composta da 106 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1561 click dal 24/09/2008.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.