Skip to content

Multimodal Distinctive Behavior for Expressive Embodied Conversational Agents

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
2.2 Nonverbal signals In this thesis we consider four categories of signals, identified by the following modalities: gesture, face, torso and head. For each modality we will now briefly describe: how the related signals are physically (i.e. how the involved parts of the body are conFigured) and temporally performed; which/how communicative intentions can be communicated through that modality (we will talk in this case of the communicative function of a certain class of signals, e.g. gestures). 2.2.1 Gestures In this Section we provide an overview of communicative gestures. These are the nonverbal signals produced with the hand/arm accompanying speech. The following description mainly refers to the works of Mcneill [67] and Kendon [54]. Gestures are produced continuously while we speak. We use gestures to represent objects as well as abstract concepts, to indicate concrete places, to give emphasis to the most important part of the discourse, and so on. While we describe objects for example, we gesticulate for approximately three quarters of the total speaking time. In this thesis we will focus on those gestures which are produced along with speech with the goal of communicating some intention in the speaker’s mind. Of course there are categories of gestures, other than the communicative ones, which are used in other situations: pantomimes for example, in which gesture almost completely replace speech, and sign languages, used by deaf people to communicate. Following McNeill’s theory, there are 4 major types of gestures occurring with speech: • Iconics: these are related to the semantic content of the speech. The shape of the hands/arms and/or their movement trajectories are used to visualize some concrete characteristic of the uttered speech. For example, while referring to a box which was on the table, we can depict a square shape with our hands or fingers (by moving the index fingers along a squared path), while we pronounce the sentence “did you see the cards box?”. • Metaphorics: they are similar to iconics, but they are used to describe some abstract concept by a movement or a particular hand/arm configuration. For example, if we refer to a person to say that he/she is the owner of a shop, we can underline the concept of owning something with the following gesture: arms along the body, with a flexion of ninety degrees at the elbows (forearms toward the listener); palms up, hands opened, we bend the fingers while pronouncing the word owner. In this example, we want to give the idea of owning a shop by grasping an invisible object (the shop) with our hands and at the same time our hands are ideally placed 11
Anteprima della tesi: Multimodal Distinctive Behavior for Expressive Embodied Conversational Agents, Pagina 10

Indice dalla tesi:

Multimodal Distinctive Behavior for Expressive Embodied Conversational Agents

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Maurizio Mancini
  Tipo: Tesi di Dottorato
Dottorato in Informatica
Anno: 2008
Docente/Relatore: Catherine Pelachaud
Correlatore: IsabellaPoggi
Istituito da: Università di Parigi 8
Dipartimento: Ecole doctorale cognition, langage, interaction
  Lingua: Inglese
  Num. pagine: 201

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

gesture
act
agent
agents
conversational
multimodal
multimode

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi