Skip to content

Multimodal Distinctive Behavior for Expressive Embodied Conversational Agents

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
expressions that do not vary across many cultures in the world [38]. These expressions are associated with the emotional states of: happiness, surprise, fear, sadness, anger and disgust. When we are sad, for example, we raise the inner part of eyebrows, while the outer part is lowered; at the same time we press down our mouth’s external corners. When showing anger we pull down and draw together the eyebrows; we raise our upper eyelids and we square and tighten our lips. While we speak, we always have a goal [5] [80]: to inform the interlocutor about something, warn him, suggest something, ask him to perform some action, etc.. Facial expressions can be used to aid the communication of these types of information: for example, raising the eyebrows when suggesting something, or making a small frown when warning or thinking [80]. Facial expressions are also used in regulating the flow of conversation. For example we can open our mouth to try to interrupt other people speaking and to show that we want to speak. Or we can use a smile to encourage the others to engage in a conversation. Some researchers have found that specific facial displays are associated with conveying our attitude, evaluation or opinion about people, object, events, etc. These displays are called personal reactions by Chovil in [27]. For example, wrinkling nose (like in the emotional emblem of “disgust” [37]) can be used to show dislike or disapproval; the same meaning can be conveyed by raising the eyebrows raising plus raising one side of upper lip and squinting the eyes. Some facial displays are used in coincidence with the syntactic punctuation of the text we are pronouncing (commas, exclamation or question marks, pauses, etc.). For example, eyebrows raising is usually used to underline exclamations while eyebrows lowering is placed at juncture pauses. Finally, the face is used by the listener to give feedback to the speaker. The listener smiles to show approval for what the speaker is saying; or he can frown his eyebrows to signal that he is not understanding, and so on. In other cases, we use facial expressions to complement or substitute speech. For example, an ironical face (for example, wrinkling nose like for showing “disgust”) while saying “you look nice today” allows us to communicate that we think exactly the opposite concept [80]. Sometimes instead, facial expressions emphasize what is going to be said. Raising or lowering the eyebrows is the most common emphasis signal conveyed through facial expression [36] [27]. Less frequently, emphasis is accompanied by eyes widening or tightening. These emphasizing signals can be compared to the beats of the gesture modality as they occur while the corresponding stressed syllable is pronounced (see Section 2.2.1). When facial expression completely replaces speech, we talk about facial emblems. These expressions have direct verbal translations [38] that is common to the individuals of certain cultural group. In some cultures, like in the U.S., they are mainly produced with the eyebrows. An example of a facial emblem is the eyebrow flash (a repeated quick eyebrow raising movement) which is part of a greeting signal in cultures of New Guinea. 14
Anteprima della tesi: Multimodal Distinctive Behavior for Expressive Embodied Conversational Agents, Pagina 13

Indice dalla tesi:

Multimodal Distinctive Behavior for Expressive Embodied Conversational Agents

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Maurizio Mancini
  Tipo: Tesi di Dottorato
Dottorato in Informatica
Anno: 2008
Docente/Relatore: Catherine Pelachaud
Correlatore: IsabellaPoggi
Istituito da: Università di Parigi 8
Dipartimento: Ecole doctorale cognition, langage, interaction
  Lingua: Inglese
  Num. pagine: 201

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

gesture
act
agent
agents
conversational
multimodal
multimode

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi