Skip to content

La disciplina delle obbligazioni bancarie garantite in Italia ed in Inghilterra: due esperienze giuridiche a confronto

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
13 immobiliare attraverso i prestiti ipotecari, ha contribuito a rendere oggi il mercato danese dei covered bonds il secondo maggiore in Europa20, secondo solo a quello tedesco21. In Francia nel 1852 venne fondata la Crédit Foncier de France, un’istituzione che agiva nell’ambito dei mutui ipotecari, mentre in Spagna la prima traccia legislativa delle Cédulas Hipotecarias risale al 1872 22 . La creazione e l’espansione di sistemi che, seppur in maniera primordiale, regolavano l’emissione di obbligazioni garantite da ipoteche, condussero al successo di questo segmento del mercato obbligazionario europeo, che raggiunse il suo apice alla fine del XIX secolo. In tale data infatti quasi tutti i paesi europei presentavano delle disposizioni regolamentari in materia di covered bonds23. Tuttavia, verso la metà del secolo scorso, il mercato delle obbligazioni bancarie garantite conobbe una fase di stallo, concomitante allo sviluppo del mercato interbancario e alla crescente importanza dei depositi come strumento di finanziamento dei mutui ipotecari. Di conseguenza in questo arco temporale lo strumento dei covered bonds cadde in molti paesi in disuso e in altri venne addirittura abolito24. Più in particolare fino alla metà anni ’90 le emissioni di covered bonds rimasero in genere frammentate, con outstanding limitati ed un livello di liquidità e di trasparenza del mercato secondario insufficiente rispetto alle necessità dagli investitori istituzionali. L’ultimo decennio è stato caratterizzato dalla rivitalizzazione di questo mercato, che può essere spiegata analizzando tre fattori. In primo luogo, l’affermarsi dei fondi comuni d’investimento come attori primari sui mercati delle obbligazioni e la maggiore dinamicità delle loro strategie di gestione del portafoglio rispetto ad altre categorie di investitori, ad esempio assicurazioni e fondi pensione, hanno portato ad una maggiore attenzione verso la liquidità dei mercati secondari 25 . In quest’ottica, per rispondere a tale crescente domanda di liquidità e trasparenza da parte degli operatori economici, rafforzata dalla internazionalizzazione dei mercato dei capitali, nel maggio del 1995 fu lanciato in 20 Il mercato danese è il secondo in Europa in termini di volume di covered bonds circolanti, con un valore di circa 280 miliardi di Euro. Per un approfondimento Realkredit Danmark, Covered bonds in Denmark, in Credit Quality, Liquidity and Yield, Tokyo, 7 giugno 2005. 21 NYKREIT, Danish Covered bonds, Nykredit Research, Aprile 2008. 22 S.LOGOTETA, I Covered Bond nella Legislazione italiana, in Magistra, Banca e Finanza, 10 Gennaio 2008, pag.9. 23 R. GROSSMANN e O. STÖCKER, History, in European Covered Bond Fact Book 2007, Chapter 2, pag.67. 24 Questo avvenne negli Stati, in particolare dell’Europa dell’Est, appartenenti al Blocco Sovietico, poiché l’ideologia comunista non concepiva e non ammetteva né strumenti finanziari a carattere privato, né tantomeno il loro libero scambio nel mercato dei capitali. 25 CABOTO, Il “Covered Bond” italiano Prospettive e opportunità, Milano, 24 maggio 2005.
Anteprima della tesi: La disciplina delle obbligazioni bancarie garantite in Italia ed in Inghilterra: due esperienze giuridiche a confronto, Pagina 8

Preview dalla tesi:

La disciplina delle obbligazioni bancarie garantite in Italia ed in Inghilterra: due esperienze giuridiche a confronto

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Alfonso Parlato Spadafora
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2007-08
  Università: Università Commerciale Luigi Bocconi di Milano
  Facoltà: Giurisprudenza
  Corso: Giurisprudenza
  Relatore: Alberto Monti
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 196

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

cartolarizzazione dei crediti
covered bonds
diritto bancario
diritto finanziario
finanza strutturata
legge 130/1999
obbligazioni bancarie
obbligazioni bancarie garantite
regolamento ministedriale 310/2006
regulated covered bonds regulation
securitization
società veicolo
special purpose vehicle
structured covered bonds
structured finance
subprime

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi