Skip to content

L'Ue tra allargamento e politiche euromediterranee

La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: Loggati o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
governo, discende un’organizzazione piramidale esecutiva a struttura compatta. A questa espropriazione dei titolari di poteri e a questa concentrazione dei poteri in un vertice esecutivo si aggiunge la sottomissione dei soggetti, ai quali si chiedono lealtà e fedeltà e, principalmente, un’appartenenza esclusiva. Le caratteristiche degli ordinamenti generali sono completate dalla produzione di un unico diritto, assunto come esclusivo e applicato uniformante, in modo da impedire l’applicazione di altri diritti, consentita quando, accanto agli iura propria, vi era uno ius comune e quando i giudici potevano applicare la lex alius loci. Lo stato ha cominciato alla metà del secolo scorso a declinare. La crisi ha riguardato sia il potere interno che quello esterno. All’interno, gli Stati si sono frammentati in regioni e organizzazioni nazionali che fanno da corona al governo e talora si sovrappongono a questo. All’esterno, gli Stati cedono la loro sovranità a organizzazioni internazionali generali e specializzate, a istituti di cooperazione e a organismi sopranazionali 4 . 4 Si conoscono sei diverse specie di integrazioni regionali. La prima è quella di associazioni di Stati come forum di cooperazione. Queste assicurano la cooperazione nelle politiche economiche e commerciali, negli investimenti, nelle politiche della concorrenza. Sono forme di regionalismo aperto. Non sono fondate su accordi commerciali. Esempi sono l’OCSE, che comprende anche i paesi europei, l’APEC, per i paesi asiatici del pacifico e l’ASEM per l’unione europea e i paesi asiatici. La seconda forma di integrazione regionale è quella costituita dagli accordi di preferenza non reciproca, che consistono in concessioni unilaterali di vantaggi a taluni paesi esportatori, senza che i paesi importatori abbiano vantaggi equivalenti. Tale trattamento è fatto dall’Unione Europea ai paesi del Mediterraneo e dell’Europea centrale. La terza forma di integrazione regionale è costituita dalle zone di libero scambio. Un esempio è l’ASEAN per i paesi del Sud-est asiatico. La quarta forma è quella delle unioni doganali, zone di libero scambio che includono alcuni aspetti della politica commerciale, hanno una tariffa esterna comune per le importazioni e ripartiscono le entrate doganali secondo criteri prestabiliti. Ad esempio il gruppo 15
Anteprima della tesi: L'Ue tra allargamento e politiche euromediterranee, Pagina 11

Indice dalla tesi:

L'Ue tra allargamento e politiche euromediterranee

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

Autore: Antonietta Bifulco
Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
Anno: 2006-07
Università: Università degli Studi di Napoli - Federico II
Facoltà: Giurisprudenza
Corso: Giurisprudenza
Relatore: CarloAmirante
Lingua: Italiano
Num. pagine: 220

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario, dalla commissione in sede d'esame, e - se pubblicata su Tesionline - anche dalla nostra redazione.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

accordi di associazione
balcani nella prospettiva dell’allargamento
criteri di copenaghen
democratizzazione dell’europa centro-orientale
dichiarazione di barcellona del 1995
diritti umani
espertocrazia e democrazia
patto di stabilità per l’europa del sud-est
pev
phare, sapard, ispa e ipa
politica europea di vicinato
processo di stabilizzazione
relazioni euro-mediterranee

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani

Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi?
Quale sarà il docente più disponibile?
Quale l'argomento più interessante per me?
...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile


La tesi l'ho già scritta, ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri. Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi