Studio dell'attività antinfiammatoria di estratti di propoli in un modello sperimentale in vitro con PBMC

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

5 Le citochine Le citochine sono piccole proteine solubili di 15-30 kDa, che vengono prodotte da diversi tipi cellulari, soprattutto macrofagi e linfociti, e vanno a modulare la funzione di altre cellule. Dal punto di vista molecolare si parla di interleuchine per indicare il ruolo di queste proteine di mediatori delle comunicazioni tra i leucociti. Ad oggi sono state scoperte più di 100 citochine e non è ancora chiara la funzione di molte di esse. Si può procedere con una suddivisione funzionale di questo gruppo eterogeneo di proteine: x Citochine che mediano l’immunità innata. Fanno parte di questo gruppo IL-1, TNF-α, IL-6, gli interferoni, ecc. Alcune di queste citochine proteggono da infezioni virali, mentre altre promuovono il reclutamento di leucociti e la risposta infiammatoria acuta x Citochine che regolano crescita, attivazione e differenziamento dei linfociti. Rientrano in questa categoria IL-2, importante per la crescita dei linfociti T, IL-12, che stimola il differenziamento in direzione T h 1, IL-4, che stimola invece il differenziamento verso T h 2, IL-15, che stimola crescita e differenziamento delle cellule NK. TGF-β e IL-10 regolano negativamente la risposta infiammatoria. x Citochine che attivano le cellule infiammatorie. In questo gruppo rientrano IL-6, IFN- γ, che attiva i macrofagi, IL-5, che attiva gli eosinofili, TNF-β, che agisce su neutrofili e cellule endoteliali per indurre l’infiammazione. x Citochine stimolanti l’ematopoiesi. Sono proteine prodotte dai linfociti, che agiscono su cellule ematopoietiche progenitrici già indirizzate verso un certo differenziamento o su cellule staminali pluripotenti. x Citochine che influiscono sui movimenti leucocitari, dette chemochine. Nonostante la classe delle citochine sia estremamente eterogenea, si possono ritrovare alcune caratteristiche comuni a tutte queste proteine: x Sono prodotte da diversi tipi cellulari ed espletano il loro effetto su bersagli diversi (pleiotropia). x Spesso gli effetti di tali molecole sono ridondanti. x Possono produrre effetti con meccanismi autocrino, paracrino o endocrino.

Anteprima della Tesi di Francesco Baschieri

Anteprima della tesi: Studio dell'attività antinfiammatoria di estratti di propoli in un modello sperimentale in vitro con PBMC, Pagina 3

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Francesco Baschieri Contatta »

Composta da 23 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1477 click dal 21/10/2008.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.