Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le basi di dati geografiche in Spatial Oracle: funzioni di map-algebra

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

5 interpretativa. Nonostante questo, le richieste di rappresentazione cartografica sono in costante aumento e le ragioni di questo aumento sono legate ai molteplici impieghi delle carte tematiche. Infatti la cartografia più diffusa non rappresenta più i luoghi, gli spazi e le distanze, ma, unitamente a questi dati geografici essenziali, sono rappresentati dati e informazioni di ogni genere. Come nel caso della carte dei tributi elaborate dagli antichi romani, da oltre cento anni si elaborano carte tematiche di ogni tipo e per ogni disciplina: dalle carte dei prodotti coloniali, alle carte geologiche con i giacimenti minerari, alle carte delle catene dei fast food americani, e così via. Perché la produzione della cartografia tematica è sempre più diffusa? La risposta a questa domanda sta nel legame che si è instaurato negli ultimi venti anni tra gli strumenti dell'Information Technology e la cartografia. Tra i diversi prodotti che la rivoluzione informatica ha realizzato negli ultimi anni, i Sistemi Informativi Geografici (Geographic Information System, GIS) rappresentano un’innovazione epocale nella gestione e nella produzione cartografica. Tali sistemi si basano sulla fusione di due capisaldi dell'innovazione informatica: i sistemi di disegno computerizzato (CAD) e i database relazionali (Data Base Management System), i quali, peraltro, sono tra le prime creazioni dell'informatica. Il primo sistema ha permesso il disegno computerizzato delle entità geografiche, il secondo, invece, ha consentito l'immagazzinamento dei dati e delle informazioni legate a tali entità. La fusione di questi due sistemi nei GIS ha permesso il superamento del compromesso insito in ogni rappresentazione cartografica: infatti, ogni rappresentazione di entità geografiche è sempre in qualche misura simbolica e in scala, ovvero si basa su paradigmi di rappresentazione secondo i quali un determinato simbolo (ad

Anteprima della Tesi di Gennaro Russo

Anteprima della tesi: Le basi di dati geografiche in Spatial Oracle: funzioni di map-algebra, Pagina 5

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Gennaro Russo Contatta »

Composta da 101 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 547 click dal 24/03/2009.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.