Quantificazione dell’azotofissazione in leguminose foraggere e stima della quota di azoto trasferito al cereale in successione

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

5 Fra i corsi d’acqua che rivestono particolare importanza ricordiamo le numerose fiumare del Messinese, che presentano portate notevoli e impetuose durante e subito dopo le piogge, mentre sono quasi asciutti nel resto dell’anno. Proseguendo verso ovest, lungo il versante settentrionale, si trovano ancora il Pollina, l’Imera Settentrionale e il Torto, che prendono origine dalle Madonie; seguono poi il S. Leonardo, l’Oreto e lo Iato. Nell’area meridionale è il fiume Belice, che si origina dai rilievi dei monti di Palermo, a caratterizzare principalmente questo versante; muovendosi quindi verso est, fino ad arrivare all’altopiano ibleo, si incontrano il Verdura, il Platani, il Salso o Imera Meridionale, il Gela, l’Ippari e l’Irminio. Nel versante orientale scorrono i fiumi più importanti, per abbondanza di acque perenni: il Simeto, principalmente, che durante le piene trasporta imponenti torbide fluviali, il Dittaino che nella parte terminale alimenta il Simeto, il Gornalunga e l’Alcantara. Tra la foce dell’Alcantara e Capo Peloro i corsi d’acqua assumono le medesime caratteristiche delle fiumare del versante settentrionale.

Anteprima della Tesi di Giovanni Scalici

Anteprima della tesi: Quantificazione dell’azotofissazione in leguminose foraggere e stima della quota di azoto trasferito al cereale in successione, Pagina 5

Tesi di Laurea

Facoltà: Agraria

Autore: Giovanni Scalici Contatta »

Composta da 125 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1621 click dal 18/03/2010.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.