Raffaele Pettazzoni e la formazione del monoteismo. Analisi dei residui teologici presenti nella teoria del monoteismo primordiale.

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

monoteismo delle popolazioni primitive, e non su quello attuale, motivo per cui gli studi di Pettazzoni si focalizzarono soprattutto sulle religioni d’interesse etnologico. L’indagine di Pettazzoni riguardo le figure degli esseri supremi lo fece giungere a conclusioni nettamente discordanti rispetto a quelle di padre Schmidt, dimostrando l’inconsistenza della sua teoria del monoteismo primordiale: il presunto monoteismo dei primitivi venne infatti ridotto da Pettazzoni alla più modesta credenza in un essere celeste, appercepito in figura personale del cielo, secondo i meccanismi di quel pensiero mitico che, a suo avviso, presiedeva alle forme della religione dei primitivi. Per il nostro autore dunque, era stata solo la volontà apologetica dell’ecclesiastico austriaco a dar vita all’ Urmonotheismus, mentre, al contrario, per discutere di monoteismo bisognava rivolgere l’attenzione non ai popoli primitivi, ma a quelle che Pettazzoni reputa le uniche vere religioni monoteistiche, cioè l’Ebraismo, il Cristianesimo, l’Islamismo e lo Zoroastrismo. Pettazzoni rileva , invece, come quest’esigenza metodologica sia sempre stata ignorata dai diversi autori che nel corso dei secoli si sono interrogati sulla natura e sulla genesi dell’oggetto in questione, in quanto al centro delle loro speculazioni troviamo sempre le religioni dei popoli primitivi, e mai quelle che egli chiama ‘monoteismi storici’. E’ proprio da qui che parte la critica di Pettazzoni alle svariate ipotesi avanzate sulla nascita del monoteismo, ipotesi che egli vaglia prima di fornire la propria soluzione al problema. Queste teorie sono ricondotte da Pettazzoni a due opposte posizioni: da una parte, quelle che pongono il monoteismo alle origini stesse della religione umana, considerandolo poi soggetto ad un processo degenerativo; dall’altra, quelle per cui il monoteismo si trova invece alla fine di uno sviluppo religioso che ha visto la progressiva riduzione delle figure divine da molte a poche a 7

Anteprima della Tesi di Rosalia Pezzuco

Anteprima della tesi: Raffaele Pettazzoni e la formazione del monoteismo. Analisi dei residui teologici presenti nella teoria del monoteismo primordiale., Pagina 5

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Rosalia Pezzuco Contatta »

Composta da 108 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 654 click dal 25/03/2010.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.