La gestione della corporate reputation nei social media

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

rispetto a quello di un comune cerchio di conoscenze; inoltre contribuisce a stimolare la divulgazione dei dati più degni di attenzione. Alle volte da questi scambi reciproci tra individui, che spesso agiscono con modalità inedite, nascono azioni collettive, che possono persino dare vita a fenomeni come i mobs, durante cui folle animate da ideali incontrovertibili (di frequente legati a determinate condotte aziendali) insorgono improvvisamente per sollevare scalpore, in maniera provocatoria. Esistono infatti comportamenti di contestazione sociale promossi da consumatori insoddisfatti, gli hasmobbing, che possono diffondersi online attraverso il sistema delle tag; Twitter in particolare è stato il primo medium a far circolare queste forme di protesta. Le manifestazioni, che partono dall’ambiente virtuale, si concretizzano nella realtà diventando dei flashmob, ossia delle azioni poste in scena in un luogo pubblico dai rappresentanti di una moltitudine di persone che, dopo aver realizzato l’evento, si dileguano prontamente. L’effetto globale suscitato da applicazioni basate su social network, conduce ad un ampliamento per gradi della sfera sociale: la “teoria dei sei gradi di separazione” ipotizza infatti che ogni individuo possa entrare in contatto con qualsiasi altro soggetto sul pianeta grazie all’intermediazione di cinque persone che si conoscono reciprocamente tra loro. Di fatto ciò cui stiamo assistendo si configura come una nuova fase di socializzazione, nella quale non vale tanto l’idea di presenza, quanto piuttosto il congiungimento virtuale e l’atto stesso del connettersi, che a sua volta genera un forte spirito di comunità e procura vantaggi ai membri che interagiscono reciprocamente. Possiamo inoltre compiere un’ulteriore distinzione tra reti sociali generiche e specifiche. Le prime comprendono tutti i network che contribuiscono al mantenimento dei rapporti con i contatti di una rete, ne sono esempio Myspace, Facebook e Linkedin. Le reti specifiche, dal canto loro, richiamano gli utenti che condividono passioni e curiosità particolari, come la fotografia ed i video, focus indiscussi delle piattaforme Flickr e Youtube, predisponendo così un servizio ad hoc per il destinatario, pensato appositamente. Ciononostante, l’orientamento vagamente

Anteprima della Tesi di Veronica Todaro

Anteprima della tesi: La gestione della corporate reputation nei social media, Pagina 10

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Interfacoltà Economia-Lettere e Filosofia

Autore: Veronica Todaro Contatta »

Composta da 225 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3272 click dal 19/03/2010.

 

Consultata integralmente 9 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.