I diritti dei minori nell'ordinamento giuridico italiano

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

6 nostro paese, non è in grado di sostenere queste iniziative con un corredo appropriato di strumenti legislativi. Infatti nel II capitolo di questo lavoro vengono prese in considerazione le principali norme in merito, tra le quali va citato, in particolare, per il suo carattere specifico, il Piano Nazionale per la tutela dei diritti e lo sviluppo dei soggetti in età evolutiva approvato con DPR 2/07/2003 dal Governo italiano, che rappresenta un appropriato ed organico intervento legislativo finalizzato a razionalizzare ed organizzare gli interventi statali in favore dei minori. Nel III capitolo, invece, lo sguardo è rivolto più precisamente all’evoluzione e allo sviluppo delle politiche sociali per la tutela dei diritti dei minori. Il riferimento è in particolar modo alla legge 8/11/2000 n. 328, che, all’epoca della sua emanazione rappresentò uno strumento importante per la realizzazione di un sistema integrato di interventi e servizi sociali. Con la legge 285/1997 in Italia sono stati fissati i criteri che bisogna seguire per la promozione di diritti e di opportunità per l’infanzia e l’adolescenza, costituendo un fondo nazionale per stimolare interventi a livello nazionale, regionale e locale. Pertanto è stata presa in considerazione la riflessione sulle condizione di disagio e devianza minorile in Italia. In realtà il tema del disagio e devianza è molto più complesso di quanto potrebbe sembrare poiché chiama in causa contemporaneamente un numero estremamente alto di fattori da comprendere e di variabili da considerare e i soggetti principalmente (minori, giudici, servizi) coinvolti: basti pensare al significato che ha la famiglia per tutto il complesso e difficile sviluppo dell’identità del minore, al ruolo che giocano sul suo divenire l’esperienza scolastica e l’incontro con altri adulti significativi, alla crescita e per certi versi contraddittoria esperienza deviante delle relazioni amicali. É evidente che gli strumenti legislativi citati, pur essendo importanti, non rappresentano la panacea di tutti i mali, soprattutto quando non sono

Anteprima della Tesi di Emilia Amatucci

Anteprima della tesi: I diritti dei minori nell'ordinamento giuridico italiano, Pagina 5

Laurea liv.I

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Emilia Amatucci Contatta »

Composta da 112 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3748 click dal 01/04/2010.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.