Sistemi di governance e modelli di integrazione tariffaria nel trasporto pubblico locale

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

9 urbane, le reti metropolitane hanno spesso modificato la propria struttura con lo scopo di valorizzare la loro funzione distributiva. Le conseguenze di tali sviluppi sono stati, oltre ad una riorganizzazione del tessuto urbano esistente: ξ l‟avvio della terziarizzazione dei nuclei urbani e lungo le principali direttrici di trasporto; ξ l‟orientamento dei nuovi processi di crescita metropolitani; ξ la riqualificazione delle aree in stato di degrado; ξ l‟integrazione con reti di altre modalità di trasporto (bus, tram, filobus); ξ la valorizzazione delle preesistenti cinture ferroviarie suburbane. Nelle città italiane, anche se un po‟ più tardi, si assiste alle medesime dinamiche di percorso, dalla costruzione della prima ferrovia, all‟introduzione dei primi mezzi integrativi di superficie, prima a trazione animale, poi a vapore ed infine elettrica; fino alla progettazione delle metropolitane (1957) e allo sviluppo della motorizzazione. Meno evidenti risulteranno invece le criticità legate alla questione del ribaltamento dei ruoli di gestore e proprietario visti prima. Nel prossimo paragrafo vedremo alcune peculiarità storiche della Provincia di Milano. 1.2 L’evoluzione della realtà Milanese: trasporti e società Le origini del trasporto pubblico milanese risalgono al 1840, quando venne inaugurata la ferrovia Milano – Monza. A tale iniziativa conseguì la progettazione di un primo servizio integrativo che collegava la stazione ferroviaria al centro della città. Si trattava del servizio di Omnibus, inaugurato nel Settembre 1841, un mezzo di trasporto composto sostanzialmente da una carrozza trainata da due cavalli. Il servizio riscosse grande successo e durante il ventennio successivo i l numero di linee integrative, gestite da diversi concessionari, vennero ampliate; la capacità delle carrozze fu potenziata, da 8 posti a 14-16, e furono stabiliti percorsi regolari con orari e tariffe fisse. Dal 1878 comparvero le prime tramvie a vapore o i cosiddetti “gamba de legn”, carrozze trainate da piccole locomotive a vapore alimentate da una caldaia di modeste dimensioni. L'utilizzo di queste locomotive al posto dei placidi cavalli destò

Anteprima della Tesi di Laura Mura

Anteprima della tesi: Sistemi di governance e modelli di integrazione tariffaria nel trasporto pubblico locale, Pagina 5

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Economia

Autore: Laura Mura Contatta »

Composta da 66 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1339 click dal 08/04/2010.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.