Determinanti ed obiettivi delle concentrazioni bancarie in Italia e gli effetti nel rapporto con le imprese

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

6 nuova organizzazione conseguente alla fusione, le economie di scala e di scopo conseguibili e gli obiettivi in termini di ROE, cost to income ratio e creazione del valore per gli azionisti. Nel capitolo conclusivo infine sarà analizzata da vicino la strategia dell'aumento dimensionale, cercando di smentire anche delle affermazioni contrastanti al riguardo, si farà un cenno all'importanza dell'integrazione delle culture nell'operazione di concentrazione e verranno evidenziati gli obiettivi di creazione del valore, con un monito finale sulle future operazioni. Concludo questa breve introduzione ringraziando la Prof.ssa A. BRUNO per gli spunti critici forniti durante la stesura del presente lavoro. Vorrei ringraziare il Dott. G. SCHIESARI che ha avuto la cortesia di leggere una stesura preliminare del presente lavoro ed è stato prodigo di osservazioni e suggerimenti. Vorrei inoltre ringraziare la Sig.ra TRAINI del Gruppo Bancario SanPaolo-IMI e il Sig. MAINARDI del Gruppo Bancario UniCredito Italiano per avermi fornito il materiale ed i suggerimenti necessari alla stesura dell'ultima parte relativa ai casi pratici. A tutti desidero esprimere la mia profonda gratitudine, restando ovviamente il solo responsabile di ogni errore o manchevolezza.

Anteprima della Tesi di Daniele Zaganella

Anteprima della tesi: Determinanti ed obiettivi delle concentrazioni bancarie in Italia e gli effetti nel rapporto con le imprese, Pagina 6

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Daniele Zaganella Contatta »

Composta da 351 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1614 click dal 26/04/2010.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.