Il fermo amministrativo nella giurisdizione tributaria

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

4 INTRODUZIONE Questo lavoro si propone di offrire una riflessione sull’istituto del fermo amministrativo e sulla tutela del contribuente. Al fine di colpire “l’evasione da riscossione” per lungo tempo esercizio preferito dai contribuenti, il legislatore è intervenuto introducendo nell’ordinamento giuridico la possibilità per la P.A., attraverso il concessionario della riscossione, di aggredire coattivamente i beni mobili registrati dei contribuenti morosi. L’istituto del fermo amministrativo è stato inserito nella legislazione recente con l’introduzione dell’art. 91 bis nel d.p.r. n.602/73 secondo il quale “qualora in sede di riscossione coattiva di crediti iscritti a ruolo non sia possibile, per mancato reperimento del bene, eseguire il pignoramento dei veicoli a motore e degli auto scafi di proprietà del contribuente iscritti in pubblici registri, la direzione regionale delle entrate ne dispone il fermo” . Con la successiva riforma della riscossione approvata con il d.lgs. n.46/1999 e successivamente con il d.lgs. n.193/2001 fu inserito, in sostituzione dell’art. 91 bis, l’art. 86 che nasceva con l’intendo di allargare le maglie della esecuzione coattiva limitando anche le tutele del debitore impedendogli la possibilità di distrarre artatamente i beni mobili registrati su cui poter soddisfare il credito iscritto a ruolo. Essa si prefiggeva, cioè, il compito di indirizzare e dissuadere i contribuenti dal non pagare tributi e tasse iscritti a ruolo. In particolare si intendeva incidere in maniera più marcata sulla disciplina della riscossione semplificando e razionalizzando l’attività del concessionario rendendola più efficace ed incisiva. Infatti, qualora il contribuente non assolva l’obbligo di pagare le cartelle esattoriali entro il termine di 60 giorni dalla notifica, salvo i casi di sospensione o dilazione di pagamento, il concessionario della riscossione, oggi Equitalia

Anteprima della Tesi di Felice Grande

Anteprima della tesi: Il fermo amministrativo nella giurisdizione tributaria, Pagina 1

Laurea liv.I

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Felice Grande Contatta »

Composta da 131 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2981 click dal 26/04/2010.

 

Consultata integralmente 7 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.