''THE SCHOLEMASTER'': Traduzione e cura del trattato sull'educazione dei giovani e sull'insegnamento del latino dell'umanista inglese Roger Ascham

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

IV another man’s head: nor must see nothing, but by another’s men’s eyes: nor will hear nothing, but by other men’s ears: nor can speak nothing, but by another man’s tongue» 2 . E’ un cattivo sovrano quello che deve ricorrere ad altri per mancanza di discernimento e cultura, due qualità specifiche in cui dovrebbe eccellere e che dovrebbero renderlo l’interlocutore privilegiato del Signore. L’autore si affida quasi esclusivamente all’autorità dei testi sacri per dar corpo al suo discorso e, in qualche sporadico caso, ad immagini e argomentazioni tanto pedestri e comuni quanto efficaci. E’ Dio che nelle Sacre Scritture impone per primo di studiare ed apprendere, in virtù dello speciale legame che unisce il principe a Dio. Se il principe è la suprema autorità di una nazione, questo accade per volontà di Dio; ma il sovrano a sua volta non è che lo strumento con cui il Signore opera e attua la sua volontà nel mondo. E’ viva e presente la visione di un sovrano che gode del particolare favore del cielo e al quale il destino dell’intero paese è irrimediabilmente legato. Tale re, che del Creatore è strumento, ha anche responsabilità più grandi rispetto ai privati cittadini, come ricorda Ascham alla Regina. Infatti, questo, se non fosse istruito con la parola del Signore, e fosse privo di rettitudine e saggezza, si allontanerebbe dai giusti precetti della fede, portando tutto il regno alla rovina e cadendo in disgrazia agli occhi del Signore. Davide e Saul sono riproposti come modelli archetipici di regnanti. Il primo è esempio di buon governo e di giusto timore di Dio: egli, pur commettendo errori, sempre si rivolge al Signore per riconoscere i peccati commessi e avere il Suo sostegno; mentre il secondo rappresenta il cattivo esempio che deve mettere in guardia dalle tentazioni del peccato e scongiurare l’ira divina. Ascham traccia un’analogia tra il modello virtuoso di Davide e la Regina Elisabetta, che è definita infine mulier gradita al Signore e «secondo il suo cuore». Un sovrano giusto agli occhi del Signore porta grazia e abbondanza a tutto il regno. Una simile credenza popolare esisteva già in epoca pagana e affondava le sua radici nell’antichissimo culto legato alla fertilità della terra e ai riti di propiziazione, e sopravvive nelle popolazioni europee almeno fino al tramonto dell’assolutismo. Più in generale, l’intera lettera che deve catturare la benevolenza del destinatario, dall’inizio alla fine è basata su un semplice schema che prevede l’opposizione dei contrari istruzione e ignoranza, buon governo e malgoverno, timor di Dio e peccato; tutti questi elementi sono strettamente collegati tra loro e trovano una corrispondenza che fa capo direttamente alla opposizione fondamentale tra il bene e il male, della concezione religiosa giudaico-cristiana. Il dovere fondamentale del re consiste nel ricercare il 2 The Scholemaster, in vol. III di The Whole Works of Roger Ascham, by the rev. dr. Giles, New York, AMS Press, 1965, p. 67.

Anteprima della Tesi di Paolo Della Mora

Anteprima della tesi: ''THE SCHOLEMASTER'': Traduzione e cura del trattato sull'educazione dei giovani e sull'insegnamento del latino dell'umanista inglese Roger Ascham, Pagina 4

Tesi di Laurea

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere

Autore: Paolo Della Mora Contatta »

Composta da 202 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 209 click dal 25/09/2013.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.