Skip to content

Aspetti identitari e culturali del consumo del caffè in Italia

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
  7 centro era posta la tavola con la vivande. Le donne verranno ammesse ai pranzi solo a partire dall'età imperiale. Gli schiavi di fiducia, quando erano ammessi a partecipare al pranzo, sedevano per terra, ai piedi del divano. Un'altra caratteristica in epoca imperiale fu la ricerca dello sfarzo e del raro tanto che, oltre ai classici capretti, agnelli, pollame e cacciagione, comparvero sulla tavola animali come pavoni, pappagalli, fenicotteri e gru mentre il consumo di carne bovina era per lo più destinato ai plebei e alle mense dei poveri. Di particolare importanza era il pesce che rappresentava il cibo più ricercato così come le verdure. Infine nella Roma imperiale al tempo di Plinio, si conoscevano circa 80 diversi vitigni e più di 200 tipi di vino. Il medioevo fu l'epoca delle grandi invasioni barbariche dove numerose tribù nomadi invasero l'area mediterranea. Questo portò ad una sostanziale modifica delle abitudini alimentari: scomparve la coltivazione della vite, degli ulivi e dei cereali. Gli abitanti delle città dell'Impero romano impauriti per i saccheggi fuggirono nelle campagne e tutta l'economia subì una forte involuzione tanto da far scomparire la moneta per tornare ad un economia del baratto. Arrivarono poi gli Arabi intorno al 700 che portarono diverse novità nel campo dell'alimentazione: dall'oriente furono infatti introdotti lo zucchero, il riso, gli agrumi e molti tipi di spezie che erano scomparse con la caduta dell'Impero romano. Dopo l'anno 1000 si ebbe in tutta Europa un vero e proprio risveglio dell'agricoltura. Si introdusse la rotazione della colture che consentì di sfruttare in modo più razionale i terreni ottenendo così miglior qualità e diversificazione dei prodotti. In questo periodo si diffusero largamente l'utilizzo delle uova e del burro. Si avviò anche la produzione di formaggi, alcuni dei quali tramandati fino ai giorni nostri, come i formaggi freschi francesi, il parmigiano e il groviera svizzero. Aumentò il consumo di carne di maiale rispetto a quella bovina: il motivo principale era da attribuirsi al fatto che la carne di manzo non poteva essere conservata a lungo con il metodo della salatura come invece poteva avvenire con quella di maiale. E' infatti di questo periodo la nascita di salumi come prosciutti e salsicce.
Anteprima della tesi: Aspetti identitari e culturali del consumo del caffè in Italia, Pagina 3

Preview dalla tesi:

Aspetti identitari e culturali del consumo del caffè in Italia

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Mattia Formolli
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2008-09
  Università: Libera Università di Lingue e Comunicazione (IULM)
  Facoltà: Scienze della Comunicazione e dello Spettacolo
  Corso: Relazioni pubbliche e pubblicità
  Relatore: Luca Pellegrini
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 65

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

abitudini alimentari
caffè
cct
cibo
consumer
cultura
culturali
culture
focus group
identità
identitari
illy
italia
lavazza
mercato caffè
storia
theory

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi