Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Analisi dell'impedenza di ingresso dell'aorta discendente mediante linea idraulica viscoelastica chiusa su un carico complesso

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

14 teoria delle linee di trasmissione [26] e che consentono di analizzare flussi e pressioni come effetti della combinazione di onde progressive e riflesse, utilizzando rappresentazioni a linea singola o a T, con carichi reali o complessi. Tra questi modelli citiamo innanzi tutto quello proposto da da Burattini e Gnudi [6] [7]. C Z v R pc dx l dx l dx c dx Xd0 figura (I.6): linea di trasmissione priva di perdite con carico a tre elementi. Le ipotesi iniziali che conducono alle equazioni della linea di trasmissione riportata in figura (I.6), che corrisponde all'analogo elettrico di un tubo elastico, sono le seguenti - linea geometricamente uniforme; - assenza di perdite distribuite; - parametri distribuiti della linea indipendenti da frequenza e posizione; - pressione e flusso riflessi dalla periferia determinati da un unico sito di riflessione; - carico della linea complesso a parametri concentrati. L'impedenza trasversale della linea di trasmissione è di tipo capacitivo, dovuta all'elasticità delle arterie (complianza), mentre quella longitudinale è di tipo induttivo ed è

Anteprima della Tesi di Roberto Fogliardi

Anteprima della tesi: Analisi dell'impedenza di ingresso dell'aorta discendente mediante linea idraulica viscoelastica chiusa su un carico complesso, Pagina 11

Tesi di Laurea

Facoltà: Ingegneria

Autore: Roberto Fogliardi Contatta »

Composta da 142 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2309 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.