Skip to content

Scienza della traduzione e arte del doppiaggio. Analisi contrastiva dell’adattamento italiano per la pellicola “Los abrazos rotos” di Pedro Almodóvar

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
5 Lo stesso tipo di preoccupazione sul metodo più corretto da adottare, sembra essere stato preso in considerazione in altre ricche e antiche tradizioni traduttive come quelle del mondo cinese e di quello arabo. Nella società occidentale, il problema della traduzione libera o letterale fu per più di mille anni dopo San Gerolamo legato alla traduzione della Bibbia e altri testi religiosi e filosofici. La principale preoccupazione della Chiesa cattolica era quella di trasmettere un unico e corretto significato prestabilito del Testo Sacro; qualunque traduzione divergesse dall’interpretazione condivisa ed accettata veniva considerata eretica e doveva essere censurata o bandita. 8 Esse erano utilizzate come arma contro la Chiesa e il più evidente esempio di ciò fu il lavoro cruciale importanza di Martin Lutero sul Nuovo Testamento (1522) e successivamente sul Vecchio Testamento (1534). Lutero giocò un ruolo centrale nella Riforma Protestante e, nel contempo, l’uso che egli fece di un dialetto regionale e socialmente marcato aiutò in maniera fondamentale a rafforzare quella forma della lingua tedesca come standard. Nella sua traduzione della Bibbia, nella quale adottò il medesimo approccio di S. Gerolamo, si distanziò notevolmente metodi impiegati da alcuni suoi contemporanei rinascimentali, come Frate Luis de León, che ancora utilizzavano il metodo letterale. Infine, sebbene l’opera di Lutero non apportò sviluppi significativi al dibattito letterale – libero aperto più di mille anni prima, il suo contributo fu importante dal punto di vista dell’attenzione alla lingua e il lettore del testo tradotto: Man muß die Mutter im Hause, die Kinder auf der Gassen, den gemeinen Mann auf dem Markt drum fragen, und denselbigen auf das Maul sehen, wie sie reden und danach dolmetschen; da verstehen sie es denn und merken, daß man Deutsch mit ihnen redet” (in Störig 1963: 21, citato in Munday 2001: 198) 9 8 L’esempio più famoso fu quello dell’umanista francese Etienne Dolet. Egli venne condannato ad essere arso vivo dalla facoltà di teologia della Sorbona nel 1546, apparentemente a causa di un errore di traduzione in un passaggio dei dialoghi di Platone. Avendo tradotto come ‘rien du tout’ (assolutamente niente) un’espressione che si riferiva a ciò che si trova dopo la morte, fu tacciato di blasfemia e accusato di non credere nell’immortalità dello spirito. 9 “Bisogna domandare alla madre in casa, ai bambini nelle strade, agli uomini semplici e comuni al mercato e osservare le loro bocche, come comunicano e poi tradurre (a voce); così capiranno e noteranno che si parla loro in tedesco” (Trad. S.Voncini)
Anteprima della tesi: Scienza della traduzione e arte del doppiaggio. Analisi contrastiva dell’adattamento italiano per la pellicola “Los abrazos rotos” di Pedro Almodóvar, Pagina 9

Preview dalla tesi:

Scienza della traduzione e arte del doppiaggio. Analisi contrastiva dell’adattamento italiano per la pellicola “Los abrazos rotos” di Pedro Almodóvar

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Lara Voncini
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi di Milano
  Facoltà: Lingue, culture e comunicazione internazionale
  Corso: Lingue straniere per la comunicazione internazionale
  Relatore: Maria Cristina Bordonaba Zabalza
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 276

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

los abrazos rotos
traduzione filmica
traduzione
adattamento
testo filmico
almodóvar
doppiaggio
copione
teoria della traduzione

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi