Scienza della traduzione e arte del doppiaggio. Analisi contrastiva dell’adattamento italiano per la pellicola “Los abrazos rotos” di Pedro Almodóvar

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Lingue, culture e comunicazione internazionale

Autore: Lara Voncini Contatta »

Composta da 276 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3472 click dal 06/06/2011.

 

Consultata integralmente 10 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.

 

 

Il presente lavoro è stato suddiviso in tre capitoli principali, ciascuno dei quali affronta nel dettaglio una tematica specifica.

Il PRIMO CAPITOLO, fornisce una panoramica generale sull’evoluzione delle teorie della traduzione nel mondo occidentale. Dalle prime riflessioni sulla querelle tra traduzione letterale e traduzione libera, che ha condizionato per secoli lo studio di questa disciplina, si arriva a considerare le prime vere e proprie teorie "scientifiche” della traduzione negli anni ‘60. A partire da questo momento, infatti, lo studio della Traduttologia ha assunto un carattere più sistematico e si è articolata in tre rami principali: gli studi teorici, descrittivi e applicati. Nell’ultimo ventennio del XX secolo, infine, si assiste ad un vero boom dei Translation Studies, con l’allargamento delle riflessioni teoriche a modelli interdisciplinari integrati.

Nel SECONDO CAPITOLO, l’attenzione si focalizza sul particolare ambito della traduzione audiovisiva, proponendo una breve introduzione sul passaggio dal cinema muto a quello sonoro, con gli inevitabili problemi dovuti a questa innovazione. Una volta illustrate le diverse metodologie di traduzione impiegate per trasferire gli elementi linguistici del testo filmico, ci concentreremo sulla pratica del doppiaggio, analizzandone gli attori, le fasi tecniche, i vincoli e le problematiche
specifiche. Nella parte conclusiva del capitolo si presenterà anche l’attuale condizione del mercato degli audiovisivi e si offrirà una personale valutazione sul dibattito “doppiare o sottotitolare” che coinvolge studiosi e critici della traduzione.

Il TERZO CAPITOLO, infine, rappresenta il nucleo di questo lavoro. A seguito di una contestualizzazione relativa al regista e all’opera cinematografica scelta, Los abrazos rotos, si introdurrà l’analisi linguistica pratica, in una logica contrastiva tra spagnolo e italiano. Prenderemo in esame le tecniche comunemente impiegate dai traduttori, supportandole con esempi tratti dal corpus di analisi; successivamente si evidenzieranno le difficoltà, i problemi e gli errori più ricorrenti nell’ambito della traduzione tra le due lingue, soffermandoci in modo particolare sulle caratteristiche del linguaggio colloquiale e gergale all’interno della pellicola.

Mostra/Nascondi contenuto.
I PREMESSA Whatever its causes, the multilingual condition invites or compels a certain percentage of mankind to speak more than one language. It also means that the exchanges of information, of verbalized messages on which history and the life of society depend, are in very large part interlingual. They demand translation. The polyglot situation and the requirements which follow from it depend totally on the fact that the human mind has the capacity to learn and to house more than one tongue. There is nothing obvious, nothing organically necessitated about this capacity. It is a startling and complex attribute. - George Steiner, 1975 - Proprio come per George Steiner, il mistero e la complessità della varietà linguistica umana hanno sempre esercitato un grande fascino anche su di me, tanto da spingermi a intraprendere un percorso formativo che potesse ampliare le mie conoscenze in questo campo e che mi permettesse di portare avanti in maniera più consapevole e concreta questa passione. Da questo particolare interesse è poi nato il desiderio di capire come i codici linguistici che noi usiamo e la loro evoluzione nel tempo siano strettamente legati alla nostra cultura, al modo in cui percepiamo la realtà e la rappresentiamo, per mezzo delle parole. Soprattutto nel mondo odierno, dominato dalle spinte alla globalizzazione e alla comunicazione tra paesi con culture e lingue differenti, spesso molto lontane tra loro, è più che mai importante la conoscenza e la comprensione reciproca: in questo contesto, la traduzione si pone, quindi, ancora una volta, come risorsa imprescindibile e necessità fondamentale. Numerose, negli ultimi anni, sono state le ricerche dedicate a questo tema di studio vasto e complesso, dalle origini assai lontane nel tempo. Fin dall’antichità, infatti, studiosi e filosofi hanno spesso rivolto la loro attenzione verso questa disciplina del campo della linguistica, che ha subìto, come osserveremo nel corso