; Skip to content

Erudizione e religione. Angelo Maria Querini e il respiro dell'Europa

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
18 nel 1623 16 . Una tale esperienza aveva avuto importanti risvolti, sfiduciando buona parte dei tentativi di ampliamento e rinnovamento del sapere in ambito accademico. In altri termini, queste istituzioni, per sopravvivere, si gettarono nelle braccia di Venezia, accogliendone le richieste ed esaudendone i desideri. «Nacquero così le corone poetiche in lode alla Dominante […] e le feste cavalleresche che scandivano i tempi della vita sociale accademica e alle quali partecipava l’intera città» 17 . La più nota fra queste accademie, ed una delle più longeve, fu quella degli Erranti che, riformata nel 1619 ad opera dei benedettini Lattanzio e Silvio Stella, decise in seguito di riservare l’ingresso ai soli nobili i cui quarti fossero riconosciuti dalla Repubblica, giungendo così ad ottenere il riconoscimento del governo veneto, un sussidio fisso e, quale sede, una sala del palazzo Comunale (1634). Ciò che le permise di occuparsi di scienze esatte, stipendiando docenti di matematica e fisica, pur rimanendo le composizioni letterarie l’attività principale 18 . Eppure di fronte al contesto colto del corpo sociale si mostrò la necessità di distogliere lo sguardo da una realtà quotidiana resa difficile dai soprusi compiuti dagli aristocratici; aristocratici spesso dediti, peraltro, all’ozio e senza alcun interesse reale per le vicende politiche della città 19 . La fuga ebbe perciò la possibilità di tramutarsi in riflessione, a volte in veri e propri sogni di rinnovamento della società. Il passo per ricadere sulla nuda terra sarebbe stato compiuto più oltre, quando personaggi come Durante Duranti (1718-1780), Antonio Brognoli (1725-1807) e Giuseppe Colpani (1739-1822) avrebbero fatto proprio lo stile critico pariniano, frequentando il circolo dei Verri e collaborando con il Caffé 20 . Le prime luci del rinnovamento, però, si possono ravvisare in iniziative precedenti, anch’esse legate alla sfera culturale delle accademie. Oltre agli Occulti, infatti, altre numerose istituzioni accademiche, di cui poco è pervenuto, si successero nel corso del tempo 21 . Al di là dei singoli casi, interessante è in ogni modo la sensibilità di ricezione che i grandi sommovimenti del pensiero ebbero anche nella provinciale Brescia. Legati a piccoli gruppi di iniziati, ebbero la possibilità di diffondersi in vari strati dell’organismo sociale, fino a modificarne, lentamente, la forma mentis. Essi non poterono tuttavia sfuggire tanto 16 Cfr. M. MAYLENDER, Storia delle Accademie d’Italia, 5 voll., IV, Bologna, Cappelli, 1929, pp. 87-91; SELMI, Cultura e produzione letteraria, pp. 144-145. 17 IVI, p. 133. 18 Cfr. E. COMINELLI, Le Accademie bresciane dal secolo XV al secolo XVIII, «Civiltà bresciana», IV (1995), n. 4, pp. 33-45. 19 Cfr. G. BENZONI, A proposito di cultura nobiliare (e non dirigenziale), in La società bresciana e l’opera di Giacomo Ceruti. Atti del convegno, Brescia, 25-26 settembre 1987, a cura di M. Pegrari, Brescia, Squassina, 1988, pp. 210-212. 20 Cfr. N. BONFADINI, G. Colpani e i Pariniani, «Commentari dell’Ateneo di Brescia», CXXXVII (1938), pp. 137-156; R. MARTINONI, Brescia e Milano ai tempi del Parini: accademie, cultura e storia letteraria, «Commentari dell’Ateneo di Brescia», CXCVII (1998), pp. 107-119. 21 Tra le altre l’Accademia degli Eccitati, di carattere scientifico, fondata dal medico Feliciano Betera, l’Accademia dei Rapiti, l’Accademia dei Sollevati (1648) ed, intorno al 1650, l’Accademia dei Dispersi.
Anteprima della tesi: Erudizione e religione. Angelo Maria Querini e il respiro dell'Europa, Pagina 15

Preview dalla tesi:

Erudizione e religione. Angelo Maria Querini e il respiro dell'Europa

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Davide Busi
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2008-09
  Università: Università degli Studi di Milano
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Storia e documentazione storica
  Relatore: Silvia Maria Pizzetti
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 514

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

benedettini
querini angelo maria
gesuiti
giansenismo
firenze-xviii secolo
province unite-xviii secolo
italia-xviii secolo
europa-xviii secolo
brescia-xviii secolo
religione
unigenitus
venezia-xviii secolo
voyage littéraire
viaggio
maurini
repubblica delle lettere
inghilterra-xviii secolo
erudizione
francia-xviii secolo

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi