; Skip to content

Erudizione e religione. Angelo Maria Querini e il respiro dell'Europa

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
6 Ad osservare la bibliografia dedicata a Querini una simile affermazione potrebbe lasciare stupiti. Quantitativamente, infatti, al Querini ecclesiastico ed erudito sono stati dedicati, non soltanto più o meno brevi articoli, ma anche opere di un certo spessore, che indurrebbero a pensare che quanto affermato non sia altro che prodotto di fantasia oppure – peggio ancora – di presunzione e ignoranza riguardo all’oggetto in questione. Ma quantità non sempre significa qualità, e un’attenta lettura di ciò che è a nostra disposizione conferma una tale asserzione. La maggioranza, se non la totalità – escludendo rari casi – degli articoli apparsi su periodici locali o, in modesta misura, nazionali presenta un duplice difetto. Da un lato sostiene le proprie tesi basandosi fondamentalmente su fonti secondarie, il che comporta, al di là dell’errore di metodo, la costante reiterazione del già-detto, e perciò un appiattimento della personalità di Querini sull’immagine datane da altri. Dall’altro tende a rinchiudersi nella certezza del localismo, cioè, riconoscendo al cardinale un interesse ed una fama realmente europei, preferisce dirigere i propri passi sul più sicuro terreno della storia ecclesiastica e culturale bresciano-veneta, o, al massimo, e in rarissime occasioni, italiana. Passando alle opere monografiche il discorso non muta poi di molto. Studiosi quali Alfred Baudrillart e Roberto Mazzetti hanno reso Querini l’oggetto di due importanti lavori 2 : importanti in quanto il primo di essi rappresenta la prima reale biografia del porporato in epoca contemporanea; mentre il secondo, rompendo la monotonia e offrendo una visione differente da quella ormai tradizionale, è considerabile un non inutile tentativo di oltrepassare lo stereotipo storiografico. Ma ciascuno di questi due studi presenta dei limiti, intrinseci ed estrinseci, che superano i pregi rilevati. Baudrillart, dovendo trattare l’intera vita di un protagonista dell’universo ecclesiastico ed intellettuale del Settecento in poco più di cento pagine, giunge a compiere un’analisi spesso superficiale e costantemente esteriore, che cita le numerose opere di Querini senza approfondirle e richiama nomi e rimanda a relazioni che, accennati di sfuggita, nulla dicono al lettore, in particolare a quello attuale. Mazzetti, volendo sostenere che il porporato fosse un «portatore sano e inconsapevole» di giansenismo – ciò che spiegherebbe per quale motivo un Tamburini e uno Zola uscissero proprio dal contesto bresciano – cade in diversi e per nulla insignificanti errori 3 . Ma, soprattutto, dopo aver riconosciuto l’importanza di fonti primarie quali il carteggio giovanile del cardinale per lo sviluppo del proprio lavoro, invece di pubblicarne delle sezioni in appendice o, almeno, fornirne degli estratti nel testo, preferisce lasciare ad altri tale rilevante compito. 2 A. BAUDRILLART, De Cardinalis Quirini vita et operibus, Lutetie Parisiorum, Firmin Didot, 1889; R. MAZZETTI, Il Cardinale A. M. Querini, uomini e idee del Settecento e la nascita del giansenismo bresciano con lettere inedite, Brescia, Vannini, 1933. 3 A suo avviso, ad esempio, Querini avrebbe incontrato ed intrattenuto un legame stretto con Mabillon, morto nel 1707, mentre l’allora benedettino giunse in Francia solo quattro anni più tardi (IVI, p. 18 e p. 23).
Anteprima della tesi: Erudizione e religione. Angelo Maria Querini e il respiro dell'Europa, Pagina 3

Preview dalla tesi:

Erudizione e religione. Angelo Maria Querini e il respiro dell'Europa

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Davide Busi
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2008-09
  Università: Università degli Studi di Milano
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Storia e documentazione storica
  Relatore: Silvia Maria Pizzetti
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 514

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

benedettini
querini angelo maria
gesuiti
giansenismo
firenze-xviii secolo
province unite-xviii secolo
italia-xviii secolo
europa-xviii secolo
brescia-xviii secolo
religione
unigenitus
venezia-xviii secolo
voyage littéraire
viaggio
maurini
repubblica delle lettere
inghilterra-xviii secolo
erudizione
francia-xviii secolo

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi