Skip to content

La comunicazione nella fantascienza

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
VII appena trascorso. Se da una parte la fantascienza ha ispirato spesso la realtà, non è meno vero il contrario, arrivando spesso a superarla. ________________________ 1 Ho preso in esame – oltre ai francesi e ai russi più noti – anche alcuni autori nostrani che si sono dedicati occasionalmente alla fantascienza (come Salgari o Buzzati) e altri di mestiere. La vicenda letteraria della fantascienza italiana meriterebbe un discorso a parte, essendo una storia complessa e poco nota anche nel nostro paese. Per approfondimenti rimando alle opere di Cremaschi, di Montanari citati in bibliografia. Si veda anche l‟intervento di Riccardo Valla, “La Science Fiction in Italia”, in appendice all‟edizione italiana di J. Sadoul, Histoire de la Science Fiction moderne, 1973 (Trad. it. di G.Riverso, La storia della fantascienza, Milano, Garzanti, 1975). Ho cercato di spaziare anche in ambiti letterari un po‟ insoliti come ad esempio la letteratura originale in esperanto; la lingua pianificata che, come hanno dimostrato Harry Harrison e Liven Dek, ha molti punti di contatto col genere fantascientifico [Cfr. G.Cappa (a cura di), La lingua fantastica, Aosta, Keltia, 1994, pp. 7-8 e 285-297]. 2 Cfr. T.Todorov, Introduction à la littérature fantastique, 1970 (Trad. it. di Elina Klersy Imberciadori, La letteratura fantastica, Milano, Garzanti, 1991, p. 60) 3 Cfr. G.Montanari, La fantascienza, gli autori e le opere, Milano, Longanesi, 1978, pp. 15-19 4 Cfr. I.Cremaschi, Cosa leggere di fantascienza, Milano, Bibliografica, 1979, p. 7 5 Cfr. J.Sadoul, op. cit., p. 23) 6 Cfr. B.Aldiss, Billion Year Spree, 1973 (Trad. it. di Rumignani Pierantonio, Un miliardo di anni, Milano, Sugar, 1974, p. 9) 7 Cfr. I.Cremaschi, op. cit., p. 8 8 ibidem 9 Cfr. S.Solmi, Della favola, del viaggio e di altre cose, Milano-Napoli, Riccardo Ricciardi, 1971, p. 82. 10 “Uno scrittore e dilettante scienziato come Giulio Verne profetava indubbiamente giusto immaginando i cieli dell'avvenire pop olati di macchine volanti; ma non poteva ideare quelle macchine che mediante una dilatazione fantastica dei dati della scienza del suo tempo (...). Il cannone della Columbiad, che spedisce nella luna il suo proiettile abitato, è nello stile dell'artiglieria del tempo della guerra di Secessione (...) Perché la previsione letteraria dello sviluppo tecnico appare, in definitiva, così casuale, che se domani si dovrà viaggiare nello spazio, come ora si va progettando, a mezzo d'apparecchi con propulsione a razzo, vorrà dire che non ci avranno azzeccato né Verne o gli altri ottocenteschi con i loro cannoni spaziali, e neppure Wells con la sua forza di antigravità, bensì, fino dal 1650, quel bello spirito di Cyrano de Bergerac, il quale si servì appunto, per un viaggio alla luna, d'una specie di carretta volante sospinta in alto dall'esplosione di fuochi artificiali.” ivi, pp. 82-86 11 A proposito di un racconto da le Mille e una notte che narra di tre figli di re; “ognuno di loro desiderava conquistare una bellissima principessa e colui che avesse offerto il regalo più straordinario avrebbe ottenuto in premio la mano della fanciulla. Senza dubbio i nostri lettori ricorderanno l‟originale racconto in cui si narra di un tappeto volante, di un tubo in grado di mostrare quello che un amico lontano sta f acendo e di una mela capace di dar sollievo alle sofferenze più atroci al solo respiro della sua fragranza. La ferrovia, il telegrafo e il cloroformio aromatizzato alla mela possono evocare, anzi concretizzano, quotidianamente (…) ciò che nel racconto arabo si favoleggiava venisse realizzato dal tappeto, dal tubo e dal frutto.” (Cfr. O.W.Holmes, Il mondo fatto immagine. Origini fotografiche del virtuale, Genova, Costa & Nolan, 1995, pp.17-18) 12 Cfr. Cesareo, Giovanni, “Tra previsioni e profezie: trent‟anni di p ronostici sul futuro della comunicazione”, in AAVV, Lo strabismo telematico. Contraddizioni e tendenze della società dell‟informazione, Torino, UTET Libreria, 1996, pp. 3-42 13 Cfr. S.Gensini, Manuale della comunicazione. Modelli semiotici, linguaggi, pratiche testuali, Roma, Carocci, 1999, p. 21 14 “La comunicazione, lungi dal ridursi a una meccanica binaria di sì o no, 0 o 1, è un processo i cui valori “stanno fra 0 e 1” senza mai appiattirsi su alcuna delle due estremità.” ivi, p. 25 15 ivi, p. 53 16 ivi, p. 74 17 Dal nome del medico tedesco Franz Mesmer che aveva studiato quello che chiamava magnetismo animale, cioè l‟impiego sugli esseri umani delle tecniche di ipnosi. Nel racconto di Poe, il signor Valdemar viene ipnotizzato (“mesmerizzato”) in punto di morte e continua così, in una sorta di “morte in vita”, a rispondere verbalmente (con voce cavernosa e spaventosa, ma senza muovere le labbra) al suo mesmerizzator e. 18 Il celebre creatore di Sherlock Holmes ha dedicato un intero romanzo all‟argoment o, The Land of the Mist (1926), dando un notevole contributo alla diffusione delle sedute spiritiche, al punto da essere definito “il San Paolo dello spiritismo”. Inoltre si disse convinto de ll‟esistenza della telepatia. Cfr. G.Pilo e S.Fusco, “Conan Doyle e lo spiritismo”, introduzione a Doyle, Arthur Conan, Tutti i romanzi fantastivi, vol. II, pp. 7-11, Milano, Newton Compton, 1994 19 Cfr. P. Angela, La macchina per pensare (alla scoperta del cervello), Milano, Garzanti, 1983, p. 231 20 Vedi 2.2.1
Anteprima della tesi: La comunicazione nella fantascienza, Pagina 6

Preview dalla tesi:

La comunicazione nella fantascienza

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Massimo Acciai
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2001-02
  Università: Università degli Studi di Firenze
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Lettere
  Relatore: Luca Toschi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 176

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi