Skip to content

L'elaborazione digitale nella fotografia di moda

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
10 3. Le origini del flou L‟impressionismo nella fotografia. Il pittorialismo fotografico. Il pittorialismo, movimento della fine del XIX secolo, nacque per elevare il mezzo fotografico al pari della pittura e della scultura. La fotografia, a causa del suo sistema di esecuzione meccanica, è stata spesso paragonata come un semplice strumento di riproduzione automatica della realtà e a tal motivo guardata con disprezzo. Lo scopo dei pittorialisti quindi è stato quello di apportare senso estetico e creatività manuale, trasformando questo mezzo di riproduzione ad alternativo mezzo di espressione artistica. La stampa alla gomma bicromata o al bromolio, la stampa combinata di più negativi su di un unico positivo, la calotipia, erano le tecniche adoperate dai sostenitori di questo movimento. Tali procedimenti servivano a rendere più morbida la nitidezza di dettaglio nell'immagine, avvicinandola così alla tecnica del disegno. Molti gli esponenti di questo movimento artistico degni di merito. Solo per citarne alcuni: Gustave Le Gray, Oscar G. Rejlander, Henry Peach Robinson, Julia Margaret Cameron. In quel periodo, ricordo siamo nella seconda metà del 1800, le emulsioni di ioduri d‟argento che venivano utilizzate, erano sensibili soltanto ai raggi azzurri dello spettro luminoso ed a quelli al di là, mentre era molto difficile riprendere oggetti con la sola dominanza del colore rosso o verde. In una ripresa con un tempo di esposizione sufficiente per definire i contorni di un paesaggio, il cielo che ha dominanza azzurra, per cui molto più sensibile rispetto al resto della scena, risultava sovraesposto; nel gergo della camera oscura si dice bruciato e le nuvole non venivano nemmeno registrate. Questo problema si ovviava risolvendo con la registrazione di due negativi diversi per esposizione del tempo: uno con i tempi giusti per il paesaggio di terra, l‟altro con quelli del cielo, i quali erano più brevi. In fase di stampa poi si eseguiva il fotomontaggio. Coprendo con un foglio la parte del negativo che non serviva, si stampava la porzione corretta dai due negativi in un'unica stampa. Questa tecnica prese il nome di stampa combinata. Tale tecnica consentiva di trarre stampe da molteplici negativi. È inevitabile che per realizzarla, oltre che dotati di grande pazienza, si doveva essere muniti di una grande abilità nel procedimento in camera oscura e grande manualità. Tale tecnica venne sapientemente sperimentata da Oscar G. Rejlander, il quale concepì un‟opera, potremmo dire di monumentale maestria. Basti pensare alla sua stampa composita realizzata con ben trenta distinti negativi, riuniti un'unica stampa collage. Gli servirono sei settimane per ultimare l‟immagine finale. Le due strade della vita 1 , questo il nome di tale opera, riproduceva una allegoria: due giovani venivano introdotti alla vita da un vecchio saggio. Per realizzare i molti personaggi presenti nella raffigurazione si servì di una compagnia di attori ambulanti che immortalò a piccoli gruppi. Consacrazione di straordinaria riuscita di questa opera fu l‟acquisto di essa per mano della regina Vittoria. 1 Beaumont Newhall, Storia della fotografia, Einaudi, Torino 1984
Anteprima della tesi: L'elaborazione digitale nella fotografia di moda, Pagina 9

Preview dalla tesi:

L'elaborazione digitale nella fotografia di moda

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Mirko Casamaggi
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2010-11
  Università: Università degli Studi di Firenze
  Facoltà: Architettura
  Corso: Progettazione della Moda
  Relatore: Giorgio Verdiani
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 90

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

moda
fotografia
fotografia digitale
photoshop
fotografia di moda
fotoritocco
elaborazione digitale
fotoritocco digitale

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi