Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Analisi Morfologiche e Strutturali per l'Indagine delle Ceramiche Archeologiche

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Analisi morfologiche e strutturali per lo studio delle ceramiche archeologiche 9 1.2 Il ciclo produttivo A seconda dell’origine e del contesto storico, la lavorazione delle materie prime ha seguito percorsi differenti, accomunati dalla suddivisione generale in fasi di: estrazione, purificazione, modellazione, essiccamento, decorazione, cottura e raffreddamento. Estrazione e purificazione dell’argilla L’argilla può venire estratta in cava o essere raccolta lungo le sponde di fiumi, sorgenti idrotermali o altre particolari zone naturali. Dopo l’estrazione si passa alla stagionatura, durante la quale le argille vengono lasciate esposte alle intemperie per eliminare le impurità e sedimentare. In questa fase avviene anche la putrefazione delle sostanze organiche probabilmente incluse durante l’estrazione, formando un colloide organico che aumenta il carattere plastico dell’impasto. Al termine o durante questo periodo di stagionatura è necessario intervenire con operazioni di depurazione per separare le inclusioni estranee di granulometria eterogenea e grandi inclusioni organiche. I metodi principali con cui è possibile depurare l’argilla sono: per sedimentazione in acqua, per lavaggio in acqua corrente, o per setacciatura (Cuomo di Caprio 2007). L’argilla così depurata si presenta come una sospensione di minerali argillosi (barbottina), che viene lasciata decantare per rimuovere l’eccesso di acqua. L’impasto può quindi essere manipolato a lungo per assicurarsi un buon grado di omogeneità e far fuoriuscire le bolle d’aria rimaste intrappolate. Modellazione La foggiatura o modellazione, è il procedimento con cui l’impasto viene plasmato in una forma ben definita, in funzione delle caratteristiche tecnologiche relative alla destinazione d’uso del manufatto. Una catalogazione precisa delle diverse tecniche risulta molto difficile, vista la moltitudine di variabili proprie della lavorazione artigianale. Il vasaio, ad esempio, può utilizzare o meno tutta una serie di utensili, che influenzeranno la morfologia microstrutturale del manufatto, ma che non possono essere considerati in una suddivisione schematica. I passaggi chiave della lavorazione

Anteprima della Tesi di Manuele Mondini

Anteprima della tesi: Analisi Morfologiche e Strutturali per l'Indagine delle Ceramiche Archeologiche, Pagina 7

Laurea liv.I

Facoltà: Conservazione dei Beni Culturali

Autore: Manuele Mondini Contatta »

Composta da 150 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 26 click dal 23/11/2017.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.