Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Oltre la lavagna: insegnare ed apprendere con il linguaggio video

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

30 materiale per le loro fantasie, per i loro giochi, per i disegni, addirittura per i sogni”, inibendo lo sprigionarsi della loro creatività. Quindi “la televisione, da un lato non favorisce lo sviluppo della fantasia, dall’altro mantiene il bambino in un mondo fantastico”. Bisogna però precisare che la televisione non è un virus che una volta venuto a contatto con il nostro organismo distrugge ogni singolo neurone lasciandoci privi della capacità di pensare. È inutile negare che questo rischio esiste e la colpa è del modo in cui essa viene proposta ai più piccoli. Come ben si sa, i bambini sono attratti da tutto ciò che è nuovo, colorato e rumoroso, e la televisione è “Nuova” 34 ogni volta che la si accende: ne consegue che un bambino, lasciato libero di agire, tenderà a rimanere incantato dal mezzo televisivo. La televisione, soprattutto per i bambini molto piccoli, è niente più che uno dei tanti giochi che ha, anche se tra quelli potenzialmente più pericolosi. Nello stesso modo in cui i genitori hanno insegnato ai bambini a conoscere i giochi, bisogna fare lo stesso con la televisione, insegnargli a distinguere ciò che è vero da ciò che è artificiale. La mediazione dei genitori è fondamentale, perché essi sono gli unici in grado di spiegare al bambino il mondo in cui vive; però, molto spesso, i bambini sono piazzati davanti al televisore come se fosse una baby-sitter, ed esso è l’unico tramite con la realtà che ha il bambino. Allora la domanda che sorge è: “Come può qualcosa di finto spiegare ciò che è vero?”. 34 Tratto dall’articolo “La tv come baby-sitter”, Emanuele Driol, www.pianetainfanzia.com

Anteprima della Tesi di Giuseppina Lavorante

Anteprima della tesi: Oltre la lavagna: insegnare ed apprendere con il linguaggio video, Pagina 4

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Giuseppina Lavorante Contatta »

Composta da 83 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 44 click dal 06/03/2018.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.