Skip to content

Roger Casement - The Amazon Journal

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
è però vero che a livello, diciamo così, “conscio”, essa non era percepita che come strumento al servizio della cultura egemone (benché consapevoli che fosse “in formazione”). Il principio dunque dominante si rivela nella celebre massima non verbum de verbo, sed sensum exprimere de sensu 16 . In breve, è questo il metodo che logicamente fu privilegiato (logico se si considera la matrice unanimemente definita imperialista della società romana), un “moderato addomesticamento” (per “moderato” si intenda “ragionevole, di buon senso”), un far sì che l’opera straniera risultasse come “latina” cercando comunque di non alterarne troppo le strutture, e però contemporaneamente esortando alla creazione di nuove. Da questo momento in poi la traduzione sarà dunque etnocentrica, secondo un principio “addomesticante” che vede il testo di partenza come un originale di cui fondamentale è mantenere il senso ma che, dal punto di vista formale, viene via via sempre più sciolto dalle sue strutture originarie a favore di una maggiore simiglianza con quelle invece facenti parte la cultura d’arrivo. A stigmatizzare la pratica sarà San Gerolamo, quando accingendosi a tradurre il Nuovo Testamento afferma di aver seguito le idee di Cicerone: solo un approccio sensum de senso determina una “vera” traduzione, essendo concepita come pedante o da mero interprete quando eseguita parola per parola 17 . La traduzione delle scritture sacre rappresenta una tappa centrale nello sviluppo e definizione di questa disciplina. Bisogna innanzitutto considerare il contesto sia storico che sociale. Si andavano formando gli stati nazionali e le traduzioni delle bibbie che circolavano erano principalmente un mezzo di opposizione al potere della Chiesa: a partire da Wycliffe che convenzionalmente per primo ha dato il via a tutta la serie di bibbie tradotte (la sua apparve tra il 1380 e il 1384) per finire con la celeberrima versione di Lutero (1522-1534), il presupposto era che tutti potessero avere accesso ad un testo considerato capitale per la vita quotidiana. Questa funzione divulgativa condizionò inevitabilmente la procedura del traduttore, soprattutto una volta che furono autorizzate tali versioni non latine dei testi sacri. Da un lato, la fedeltà alla parola era di estrema importanza “in un periodo in cui la scelta del pronome poteva significare una condanna a morte come eretico” 18 , dall’altro la necessità di chiarificazione e interpretazione dei dogmi in modo da facilitarne la fruizione era un presupposto fondamentale. Lo stesso Lutero “consigliava ad aspiranti traduttori di utilizzare proverbi o espressioni tratte dal volgare, […] di attingere alla tradizione popolare per aggiungere ricchezza di immagini al testo di partenza” 19 : affinché il messaggio essenziale arrivi alla “massa” diviene dunque lecito rendere un originale simile alla cultura d’arrivo 16M. T. Cicerone, De optimo genere oratorum, Loeb Classic Library, 1959. 17“La materia comune diverrà tua se tu […] non ti curerai di render parola per parola, da semplice interprete”, Q. Orazio Flacco, L’arte poetica in Le opere di Quinto Orazio Flacco a cura di T. Colamarino e D. Bo, Unione Tipografico-Editrice Torinese, 1969. 18S. Bassnett, op. cit., p. 74. 19Ibid. 7
Anteprima della tesi: Roger Casement - The Amazon Journal, Pagina 3

Preview dalla tesi:

Roger Casement - The Amazon Journal

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Sabrina Venti
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2017-18
  Università: Università degli Studi di Roma La Sapienza
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Lingue e letterature moderne euroamericane
  Relatore: Iolanda Plescia
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 290

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi