Skip to content

Il Selfie: strutture e dinamiche psico-sociali. Il paradosso comunicativo dell'immagine dell'io

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
13 28 The selfie paradox: Nobody seems to like them yet everyone has reasons to take them. An exploration of psychological functions of selfies in self-presentation. Diefenbach, Sarah; Christoforakos, Lara; Frontiers in Psychology, Vol 8, Jan 17, 2017 ArtID: 7. Publisher: Frontiers Media S.A.; [Journal Article] 29 Jill Walker Rettberg, “ Seeing Ourselves Through Technology: How We Use Selfies, Blogs and Wearable Devices to See and Shape Ourselves” 30 Università del Tenessy, iscritto al collegio degli infermieri, redisse una ricerca accademica riguardo all’argomento Selfie, “ Has be here now”became me here now?” Issues in Mental Health Nursing , Vol 35(11), Nov, 2014. pp. 814. 31 Università di Wroclaw, Istituto di Psicologia, “ Selfie posting behaviors are associated with narcissism among men”, Personality and Individual Differences , Vol 85, Oct, 2015. pp. 123-127 32 Ricarcatore e professore universitario presso il Dipartimentodi Psicologia, dell’ Università di Southern Mississippi, redisse la seguente ricerca: “Let me take a selfie ': Associations between self-photography, narcissism, and self-esteem”, del giornale accademico Psychology of Popular Media Culture , Vol 6(1), Jan, 2017. pp. 48-60. 33 “ Genuine or Phony? A Q-sort Study of the Perceived Authenticity of Self-Photographs and Selfies” Se l fi e e par adosso soc i al e I n una ricerca condot t a a M onaco di B aviera, effet t uat a dal 2007 al 2016, Die fe nbac h e C hristoforak os(2016) 28 , grazie ai risult at i, vengono dimost rat i 3 paradossi fondament ali del Selfie. Si è arrivat i a quest o dopo aver fat t o un punt o generale delle opinioni di alt ri ricercat ori, che di seguit o cit iamo per avere una panoramica. I l primo è R e ttbe rg (2014) 29 c he a na liz z a va i Se lfie da una prospe ttiva c ultura le , il qua le de sc rive c ome la c ultura de i Se lfie dà v ita a spe rime ntazione e d ispirazione re c iproc a , inve nta ndo nuovi ge ne ri di Se lfie ( “Se lfie a ralle ntatore ” e “Se lfie in se rie ” ) e R oman (2014) 30 , il qua le a na liz z a va gli e ffe tti c olla te ra li spe sso ne ga tivi de i Se lfie ne i rigua rdi de lle inte ra z ioni soc ia li. E gli, infa tti, sostie ne c he me ntre si è a lla ric e rc a de l Se lfie pe rfe tto, spe sso que sto tipo di fe nome no ve nga ridotto ne lla sua qua lità di proc e sso soc ia le o a ddirittura pote va c a usa re c onflitti: i Se lfie ha nno a nnulla to qua lunque forma di c orte sia , c ontra tto soc ia le o c onsa pe vole z z a c omune de ll’a ltro. R oma n sottoline a qua nto sia sc onc e rta nte lo sma rrime nto di imma gini na tura li e sinc e re e c he pe rsino ba mbini di e tà infe riore a i tre a nni ha nno fa milia rità c on la posa e lo sviluppo di un sorriso fotogra fic o: non a c a so, la c ondivisione de i Se lfie tra ra ga z z i a dole sc e nti è c orre la ta a lla insoddisfa z ione de l proprio c orpo e a lla sottile inte rioriz z a z ione de l proprio ide a le , pe r non pa rla re de i Se lfie su Instagram , c he sono c orre la ti a l c onflitto de lle re la z ioni roma ntic he . Atri studiosi, a rigua rdo, se guono una line a più dura , impronta ta da R oma n, Sorokowski 31 e B a rry 32 (i qua li fa nno rife rime nto a l na rc isismo), Lobinge r B rantne r (2015) 33 a ffronta no l’a rgome nto di “inaute ntic ità e spre ssiv a” , difa tti ne i loro gioc hi guida ti tra c c ia no que lle c he sono c a ra tte ristic he tipic he de lle pose de i Se lfie ( fac c ia d’anatra ), c he se c ondo loro non fa nno a ltro c he sottoline a re la loro inaute ntic ità a dispe tto de lla fa mosa a ffe rma z ione de l proprio Io. C osì la ric e rc a di L e v Ma novic h dive nta importa nte pe r non sc a de re in ba na liz z a z ioni sulla re la z ione Se lfie /N arc isismo , poic hé da i risulta ti de lla ric e rc a si indic a c he la ma ggior pa rte de i pa rte c ipa nti, te nde nz ia lme nte , ric e va piuttosto c he fa rsi i Se lfie . Inoltre il punte ggio di pre fe re nz a mostra una c hia ra pre fe re nz a pe r le imma gini non-Se lfie (infa tti l’82% dic hia ra c he pre fe risc e ve de re imma gini a bitua li inve c e c he Se lfie ne i soc ia l me dia , se bbe ne il c oinvolgime nto de l proprio Se lfie sia c orre la to a d una ma ggiore a c c e tta z ione de i Se lfie . P rimo paradosso . Que sta te nde nz a irra gione vole vie ne c onfe rma ta da l fa tto c he “anc he tra c oloro c he si fanno i Se lfie una v olta alla se ttimana o più spe sso” , dic hia ra no di pre fe rire le imma gini a bitua li a i Se lfie . Pe r que l c he c onc e rne inve c e a ll’a spe tto de lla funz ione psic ologic a de “l’assunzione di autosc atti e alle strate gie di autopre se ntazione ”, è sta to c onsta to c he , in tutti i c a si, fa rsi de i Se lfie è tutta via un’e spe rie nz a vissuta c on v alore positiv o , a nc he se la positività di que sta e spe rie nz a e ra c omunque c orre la to in ba se a lla stra te gia di a uto-pre se nta z ione
Anteprima della tesi: Il Selfie: strutture e dinamiche psico-sociali. Il paradosso comunicativo dell'immagine dell'io, Pagina 3

Preview dalla tesi:

Il Selfie: strutture e dinamiche psico-sociali. Il paradosso comunicativo dell'immagine dell'io

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Valentina Pensato
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2016-17
  Università: Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia
  Facoltà: Scienze della Comunicazione e dell'Economia
  Corso: Comunicazione e Marketing
  Relatore: Federico Montanari
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 64

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

comunicazione
semiotica
robotica
paradosso
io
processo mediatico
selfie
millennial
siamo unici
selficity

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi