Skip to content

Do you speak Macron? À propos des anglicismes du president francais

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
5 En français, le terme emprunt est employé avec deux sens distincts: il désigne autant l’action d’emprunter que l’élément emprunté 4 . Cela a pour conséquence que les définitions du terme emprunt diffèrent d’un auteur à l’autre. En linguistique, et plus particulièrement en linguistique comparée, l’emprunt consiste à adopter dans le lexique d’une langue un terme d’une autre langue 5 . L’emprunt peut être direct, comme a fait allusion le linguiste L. Deroy dans sa définition suivante: « une forme d’expression qu’une communauté linguistique reçoit d’une autre communauté 6 » ou indirect, c’est-à-dire, une langue emprunte à une autre langue à travers une ou plusieurs langues intermédiaires. En général, l’emprunt est un mot ou une expression emprunté à une autre langue, sans le traduire, mais en l’adaptant aux règles morphosyntaxiques, phonétiques de la langue dite langue d’accueil 7 . La définition, qui s’avère la plus complète, est donnée par le Dictionnaire de linguistique et des sciences du langage: « Il y a emprunt linguistique quand un parler A utilise et finit par intégrer une unité ou un trait linguistique qui existait précédemment dans un parler B (dit langue source) et que A ne possédait pas; l’unité ou le trait emprunté sont eux-mêmes qualifiés d’emprunt 8 ». Aujourd’hui, l’emprunt est mal vu par un grand nombre de francophones s’inquiétant de l’avenir du français. En réalité, ce n’est pas le phénomène en général qui les trouble, mais un type spécifique d’emprunt, à savoir l’anglicisme. Il y a déjà plusieurs années, l’usage des anglicismes suscitait en France des réactions polémiques, ou même violentes 9 . Au contraire, les emprunts sont, en général, bien acceptés, particulièrement par les jeunes générations. Dans un extrait de la préface du Nouveau Petit Robert, J. Guilford souligne: « L’anglicisme qui était autrefois un snobisme des classes aisées exerce aujourd’hui une pression qui touche toutes les classes de la société, et largement les adolescents 10 ». Malgré tout, actuellement, la 4 Cf. C. Loubier, De l’usage de l’emprunt linguistique, Québec, Office québécois de la langue française, 2011, p. 10. 5 Cf. J. Tournier, Les mots anglais du français, Paris, Belin, 1998. 6 L. Deroy, L’Emprunt linguistique, Paris, Liège, 1956. 7 Cf. J.F. Hamers, «Emprunt» in Sociolinguistique: les concepts de base, Liège, éd. Mardaga, 1997, pp. 136-139. 8 J. Dubois, Dictionnaire de linguistique et des sciences du langage, Paris, Larousse, 1973, p. 188. 9 Cf. R. Étiemble, Parlez-vous franglais?, Paris, Gallimard, 1964. 10 J. Rey-Debove, Le Nouveau Petit Robert, Paris, Le Robert, 2010, XVIII.
Anteprima della tesi: Do you speak Macron? À propos des anglicismes du president francais, Pagina 6

Preview dalla tesi:

Do you speak Macron? À propos des anglicismes du president francais

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Maria Petruzzelli
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2017-18
  Università: Università degli Studi di Bari
  Facoltà: Mediazione Linguistica e Culturale
  Corso: Lingue e culture moderne
  Relatore: Marinella Termite
  Lingua: Francese
  Num. pagine: 75

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

politica
anglicismi
francia
inglese
prestiti linguistici
franglais
equivalenti
macron
origine lingua inglese
emprunt

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi