Predazione di Agelena Labyrinthica (Clerk) (Araneae, Agelenidae) in natura e laboratorio, con prede di tipologia differente

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

9 La specie studiata non possiede il cribellum: di conseguenza l’azione di trattenimento delle prede viene svolta da gocce di sostanze vischiose disposte su alcune porzioni della tela. Morfologicamente Agelena labyrinthica possiede un cefalotorace ben suddivisibile in una parte toracica, abbastanza piatta ed allungata, e una parte cefalica più stretta e rialzata. Gli occhi sono otto, disposti in due corte file e hanno dimensioni simili (Jones, 1983). Essi servono anche per consentire l’orientamento dell’individuo rispetto alla luce polarizzata (Moeller, 1970) sebbene la specie usi anche sistemi di informazioni interni derivanti dal richiamo verso zone buie (fototropismo negativo), per il ritorno al rifugio (Goerner, 1983). Per l’individuazione della preda sono più importanti le vibrazioni prodotte dal essa e captate grazie ai tricobotri ed agli organi liriformi. I primi sono in grado di captare vibrazioni anche nell’aria (Witt e Rovner, 1982). L’addome, ovale, è ben separato dal cefalotorace e termina con le filiere, biarticolate e molto lunghe; le quattro paia di zampe sono di dimensioni simili. Il dimorfismo sessuale non è molto spiccato rispetto ad altre specie di Araneidi, comunque le femmine raggiungono 8-12 mm, i maschi 8-9 mm di lunghezza totale (Roberts, 1995). Questi Ragni costruiscono “tele a lenzuolo” o “tele ad imbuto”, così denominate per la loro particolare forma. Questa viene elaborata sui cespugli o sulla vegetazione bassa , ed è formata da un ampio “lenzuolo” orizzontale o un poco inclinato, leggermente concavo, formato da fili molto fitti. Da questo lenzuolo partono vari fili verticali, più radi, quasi invisibili. Gli Insetti volanti urtano contro questi e cadono sulla tela, dove vengono catturati dal Ragno (Preston e Mafham, 1996); inoltre questi possono forse servire al

Anteprima della Tesi di Yuri Abbà

Anteprima della tesi: Predazione di Agelena Labyrinthica (Clerk) (Araneae, Agelenidae) in natura e laboratorio, con prede di tipologia differente, Pagina 7

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Yuri Abbà Contatta »

Composta da 82 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1834 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.