Skip to content

Predazione di Agelena Labyrinthica (Clerk) (Araneae, Agelenidae) in natura e laboratorio, con prede di tipologia differente

Informazioni tesi

  Autore: Yuri Abbà
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 1998-99
  Università: Università degli Studi di Pavia
  Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali
  Corso: Scienze Naturali
  Relatore: R. Groppali
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 82

Il presente lavoro riguarda lo studio etologico della predazione di un Ragno della specie Agelena labyrinthica (Clerck), ancora molto poco conosciuta e studiata sotto questo aspetto.
In questo studio sono stati costruiti etogrammi predatori riferiti a prede di tipologia differente, che hanno richiesto due anni di osservazioni sia in natura che in laboratorio. Sono state osservate le predazioni su due Famiglie di Insetti (Ortotteri e Imenotteri Formicidi) in laboratorio, mantenendo in cattività gli individui in contenitori trasparenti, ed in natura osservando le predazioni di questa specie in zone limitrofe alla città di Mortara.
Ho osservato complessivamente 84 predazioni complete, non computando gli eventuali rifiuti della preda da parte del Ragno e le osservazioni in cui era chiaro il disturbo antropico, su un totale di 37 esemplari diversi.
Attraverso questi esperimenti ho individuato una sequenza predatoria valida per ogni preda proposta ed ho calcolato i tempi medi e le percentuali di presenza per ogni singola fase; ho potuto confrontare questi dati con osservazioni di 28 predazioni in natura della stessa specie eseguite da Boiocchi (1994) nella zona dei colli di San Colombano, riguardanti le stesse tipologie di prede testate nel mio studio, potendo così raggiungere un totale di 58 predazioni complete osservate e studiate su Ortotteri e di 54 su Formica.
Ad una prima analisi non è stato possibile riscontrare differenze evidenti tra predazione in natura ed in cattività, mentre sono state rilevate notevoli differenze tra gli etogrammi predatori con Formica e con Ortotteri. Inoltre, valutando per ogni predazione le dimensioni della preda rispetto a quelle del predatore, si è rilevata la diversità di comportamento del Ragno anche in tale situazione.
Per completare il quadro degli etogrammi noti, ho infine confrontato la predazione di questa specie con quella di un altro Agelenide, Tegenaria parietina (Fourcroy), cui è stato possibile aggiungere un confronto bibliografico con altri Araneidi costruttori di tele diverse: Argiope argentata (Fabricius) e Araneus diadematus (Clerk) come rappresentanti degli utilizzatori delle tele orbicolari ed Holocnemus pluchii (Scopoli) e Pholcus phalangioides (Fuesslin) per quelle definite come irregolari.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
3 I Ragni e la predazione, con appunti ecologici, biologici ed etologici su Agelena labyrinthica Introduzione: i Ragni Della classe degli Aracnidi l’Ordine degli Araneidi, detti comunemente Ragni, è numericamente il più vasto: comprende infatti oltre 30.000 specie sinora descritte, e molte altre, almeno altrettante, si ritiene siano ancora da classificare e studiare (Barnes, 1972). La storia naturale degli Araneidi inizia nel Devoniano, epoca cui risale il primo fossile ritrovato, ma è in particolare nel Terziario che se ne ritrovano abbondanti e molto simili a quelli odierni. La lignite di Rott della Germania, e risalente all’Oligocene superiore assieme all’ambra dell’Eocene e Miocene, conservano resti di Araneidi in tutto identici agli attuali Tomisidi (Chinery, 1993). Diffusi ovunque ci siano insetti, i Ragni hanno una ripartizione geografica che segue meccanismi complessi e di non facile comprensione: temperatura, umidità, altitudine e longitudine, umidità e luce sono solo alcuni dei fattori che influenzano la distribuzione dei Ragni sulla superficie terrestre. La fascia tropicale è quella più densamente popolata sia numericamente che rispetto alla quantità di specie rappresentate, ma quasi mai le Famiglie caratterizzano aree geografiche ben definite. La distribuzione segue però per alcune Famiglie (es. Salticidi e Avicularidi) un andamento decrescente, a livello di numero di specie ,dall’equatore ai poli. Altre Famiglie sono invece riccamente rappresentate nelle zone temperate del globo e hanno un un numero di specie decrescente sia verso l’equatore

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

aracnidi
araneidi
etologia
predazione
predazioni ragni
ragnatela
ragni
ragno
scienze naturali

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi