La fiaba nella cura di sè

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

6 certe caratteristiche, crescere senza abbandonarsi, possa costituire uno strumento prezioso per la propria crescita personale. Avvicineremo, partendo da queste premesse, il concetto di "immaturità" nel suo essere intesa come risorsa pedagogica: ne esploreremo il significato, mettendone in evidenza il valore e l'originalità, e analizzeremo come l'immaturità possa in realtà essere una ricchezza da conquistare e conservare gelosamente; illustreremo i motivi di tale affermazione e suggeriremo metodi semplici, quanto efficaci, per fare nostra tale risorsa. Vorremmo suscitare la riflessione attorno al fatto che le caratteristiche positive che rendono l'immaturità una risorsa sono, in realtà, qualità che già ci appartengono e che, generalmente, si manifestano in modo spontaneo durante l'infanzia; qualità recuperabili anche attraverso il riavvicinamento alla fiaba. Suggeriremo, poi, come arricchire la nostra identità diventando sempre più felicemente ed orgogliosamente immaturi, e presenteremo una nostra recente "scoperta": un autore contemporaneo molto noto, ma a nostro parere sempre sorprendente, il quale cela, dietro la definizione di " romanzo " in evidenza sulla copertina dei suoi libri, vere e proprie fiabe piene di poesia e di incanto. Forse non è un caso che egli sia di nazionalità norvegese, e quindi virtualmente erede di una tradizione secolare fatta di fiabe, miti e leggende; egli, infatti, riesce a trasferire nei propri racconti tutta la magia di un mondo lontano eppure presente, fiabesco ma reale.

Anteprima della Tesi di Clara Marafioti

Anteprima della tesi: La fiaba nella cura di sè, Pagina 6

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere

Autore: Clara Marafioti Contatta »

Composta da 164 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 23426 click dal 21/07/2004.

 

Consultata integralmente 53 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.