La fiaba nella cura di sè

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

7 Accanto al mondo reale e quotidiano, nei suoi racconti si avverte fortissima l'esistenza di una seconda dimensione, astratta eppure estremamente presente; una dimensione di assoluta libertà, di sogno, di poesia. Sembra di potere in ogni momento, con un semplice gesto o con un breve passo, penetrare e immergersi in un mondo incantato e fantastico, ricco di tutti gli interrogativi che rendono la vita dell'uomo così speciale e appassionante; uno spazio in cui non necessariamente si troveranno le risposte a questi interrogativi, ma in cui non si avrà paura di domandare, e in cui ci si sentirà assolutamente liberi di esprimersi e di essere se stessi; un mondo in cui non essere per forza assolutamente sicuri, "grandi" e "maturi", un mondo magico in cui poter, anche, sognare. E' magico lo sguardo che, attraverso i propri personaggi, egli spinge oltre l'apparire delle cose, per esplorarne l'essenza, e arrivando a toccare, con semplicità tanto disarmante quanto affascinante, temi e interrogativi capitali della storia del pensiero: "Hai mai pensato a cosa c'è dietro le stelle? Altre stelle, naturalmente. Ma dietro a quelle? Cosa c'è al di là di tutto?" 7 Sorprende la capacità di trattare tali temi con tanta naturalezza e levità, all'interno di romanzi - fiaba, senza essere mai superficiale né banale. Seguendo i protagonisti di una di queste storie nei loro viaggi e nelle loro esplorazioni, saremo coinvolti in un percorso che è anche interiore, non solo materiale, ma di pensiero. 7 Jostein Gaarder, Cosa c'è dietro le stelle?, Salani, 1999.

Anteprima della Tesi di Clara Marafioti

Anteprima della tesi: La fiaba nella cura di sè, Pagina 7

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere

Autore: Clara Marafioti Contatta »

Composta da 164 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 23426 click dal 21/07/2004.

 

Consultata integralmente 53 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.