Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Internet e promotori finanziari nella gestione dei patrimoni mobiliari on line

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Schemi specifici – domanda x domanda - 17 recandosi direttamente presso il proprio intermediario ,oppure on line, dal sito web dell’intermediario ,nell’area dedicata al servizio di trading, tutte le pratiche amministrative, alimentare il conto corrente o i conti correnti, nel caso di più conti denominati in divise diverse, o il conto titoli, o entrambi, mediante trasferimenti di titoli oppure denaro, bonifici, ecc. A questo punto, l’intermediario invierà per posta ordinarie e per posta elettronica la username e le password, quindi si potrà iniziare ad operare. Prima di operare, un importantissimo strumento, visto che nell’attività di trading poche sono le regole fisse, è il personal financial planning, ossia lo strumento che ci permetterà di valutare la nostra propensione al rischio (autovalutazione della propensione al rischio) , la sopportabilità dello stesso, in generale ci permetterà di effettuare una sana e prudente pianificazione finanziaria nel tempo delle nostre risorse e quindi anche i nostri potenziali obiettivi/performance. Una volta espletato il personal financial planning, possiamo iniziare ad operare avvalendoci dello strumento che è di fondamentale importanza per il trader “casalingo” ossia l’informazione, sulla quale poggia tutta l’attività di trading, quindi dobbiamo reperire l’informazione che ormai è assimilata ad una commodity, ma soprattutto, dobbiamo essere in grado di decifrarla, di comprendere i principi dell’analisi tecnica e di quella fondamentale, nonché il significato degli indicatori. Per operare in valori mobiliari on line, l’intermediario fornirà direttamente presso lo sportello ,o scaricabile dal sito dello stesso, il software necessario, che una volta installato ed avviato ci fornirà tutti gli strumenti di cui abbiamo bisogno per seguire un gruppo di titoli, le loro quotazioni , tramite la composizione autonoma di una nostra watchlist , anche più d’una, di immettere le Pdn e di visualizzare i titoli presenti sul nostro book di negoziazione grazie al c.d. monitor ordini, codice – prezzo –quantità - ; in più ,per ogni Pdn ,possiamo immettere dei parametri quali, clausole di luck up, di prezzo, di quantità, di tempo; possiamo operare after hours oppure sui Sso. Le possibilità offerte da una gestione diretta del proprio portafoglio titoli on line, sono immense, ma tra tutte bisogna mettere in evidenza il fatto che operando on line, mediante il trading, si ha libertà, autonomia, non si è più vincolati dall’andare fisicamente presso il nostro sportello bancario, non bisogna più avvalersi dei promotori finanziari, se non per l’assistenza agli scambi (ricerca e selezione della controparte ed esecuzione degli ordini di borsa) e non si è legati a nessun tipo di vincolo di tempo, di orario degli intermediari. Oltre che la destinazione, i fini della spesa bancaria in ICT , bisogna comunque dire che un elemento che ancora frena l’utilizzo della rete delle reti, Internet come canale per le negoziazioni in valori mobiliari, è dato dai timori che le gesta dei pirati informatici , hacker, compiono, nonostante i sistemi di sicurezza basati su sistemi di crittografia asimmetrica, ossia a chiave pubblica e privata doppia-a coppia, rilasciati da appositi enti certificatori (che generano le due chiavi) , per la firma elettronica c.d. forte o digitale ed altri che formano dei canali logici per la trasmissione dei dati, quali il Ssl 3.0 e consimili. I timori per delle sottrazioni di file incorporanti moneta elettronica sono alti; una soluzione è quella di adottare delle carte intelligenti, smart card , che possono essere caricate dell’importo che si desidera e vanno a “sostituire/proteggere il C/c”, anche se la loro diffusione è ancora bassa (in ogni caso anche il lancio del borsellino elettronico durò molto tempo, prima di affermarsi, grazie a

Anteprima della Tesi di Paolo Buemi

Anteprima della tesi: Internet e promotori finanziari nella gestione dei patrimoni mobiliari on line, Pagina 17

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Paolo Buemi Contatta »

Composta da 391 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3592 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 7 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.