Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'uso delle opzioni reali nella risk allocation della finanza di progetto: il caso degli investimenti su infrastrutture autostradali

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

1. Il Project Finance, La Tecnica Le prime concessioni governative per il finanziamento di opere pubbliche da parte di privati furono rilasciate dalla monarchia francese nel corso del XVI secolo per la realizzazione di una rete di canali di navigazione. La realizzazione delle infrastrutture ferroviarie vide spesso la partecipazione di privati, specie nell’Inghilterra vittoriana, finanziati attraverso l’emissione di obbligazioni o azioni. I capitali privati sono stati infatti l’unica fonte di finanziamento delle grandi infrastrutture, fino all’affermazione del Welfare State, a partire dall’inizio del XX secolo. La moderna tecnica della finanza di progetto può essere invece fatta risalire allo sfruttamento dei campi petroliferi del Texas negli anni Trenta dello scorso secolo. La liberalizzazione del settore dell’energia elettrica negli U.S.A. ha poi portato nel 1978 all’emergere di numerose centrali di generazione, realizzate in regime di project financing. Questi strumenti furono importati in Europa solo nel 1970, con la scoperta del petrolio nei mari del Nord. L’esplosione avvenne però a partire dagli anni ’80, specie in Inghilterra, culla dei più evoluti schemi di compartecipazione tra pubblico e privato nella realizzazione di infrastrutture. Negli anni che vanno dal 1997 al 2001, l’attività di project financing è aumentata notevolmente, a parte una breve battuta d’arresto nel 1998 a causa della crisi asiatica, e si è orientata principalmente verso i paesi più industrializzati e i settori consolidati, come quello dell’energia. Gli investimenti hanno cercato di tenersi lontani da zone instabili o da settori molto volatili, specie dalle telecomunicazioni. Nel 2001 il valore totale dei progetti finanziati a livello mondiale si è attestato intorno ai 217,5 miliardi di dollari. Tra le fonti di finanziamento, il canale primario rimane quello del debito bancario, anche se gli anni recenti hanno visto un rapido espandersi delle emissioni obbligazionarie che attualmente coprono circa il 20% dei fabbisogni di capitale. Questa rappresenta la singola novità più rilevante nel mondo del project finance, e negli anni a venire costituirà un campo di fertile sviluppo di nuovi strumenti finanziari: gli sponsor hanno infatti mostrato crescente interesse, visto che i

Anteprima della Tesi di Gabriele Magotti

Anteprima della tesi: L'uso delle opzioni reali nella risk allocation della finanza di progetto: il caso degli investimenti su infrastrutture autostradali, Pagina 13

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Gabriele Magotti Contatta »

Composta da 291 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4224 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 22 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.