Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

I rischi operativi nelle banche

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

CAPITOLO PRIMO 1 CAPITOLO PRIMO I RISCHI OPERATIVI 1.1 IL RISCHIO OPERATIVO Il rischio � stato, e lo � ancora, uno dei principali temi di studio nell'ambito delle discipline economiche, e nel corso del tempo si � segmentato il concetto stesso di rischio utilizzando numerose classificazioni. Sicuramente una delle pi� ricorrenti � rappresentata dalla suddivisione tra rischi puri e rischi speculativi. Si definiscono rischi puri quei rischi che individuano situazioni che possono risolversi in una perdita, ma non anche in un guadagno per il soggetto che vi � esposto (es. l'incidente automobilistico). I rischi speculativi, invece, sono associati a situazioni dalle quali pu� scaturire per il soggetto che vi � esposto, sia un guadagno sia una perdita (es. il rischio di cambio) 1 . In un'impresa il rischio pu� essere inteso come la variabilit� dei possibili risultati intorno all'utile netto atteso (in termini di flussi) ovvero al valore 1 Cfr. Nike Consoulting (a cura di) Pappad� A. "I rischi operativi nelle banche. Misurazione e gestione." Edibank 2001, p. 19, nel quale si precisa che: "Per quanto riguarda la realt� bancaria si ricomprendono tra i rischi speculativi il rischio di credito, di

Anteprima della Tesi di Maria Petriello

Anteprima della tesi: I rischi operativi nelle banche, Pagina 5

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Economiche e Aziendali

Autore: Maria Petriello Contatta »

Composta da 187 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 10267 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 21 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.