Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Strategie competitive nell'industria del software

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

14 Nel frattempo la IBM si stava preparando a gettare le basi per una industria del software molto più grande: nell’aprile del 1964 introdusse il sistema IBM/360. Questa fu la prima “famiglia” di computer in grado di utilizzare software ed hardware intercambiabili. In pratica l’ IBM/360 rappresenta la prima piattaforma standard nell’era dei computer. Tra il 1969 ed il 1971 acquisì una quota di mercato pari a circa l’80%. Questo progetto fruttò alla IBM circa 16 miliardi di dollari in entrate e 6 miliardi di dollari in profitti. 11 Finalmente un’azienda poteva scrivere un programma software in grado di girare su circa 50.000 macchine, tante furono quelle vendute in quegli anni. Nonostante lo standard, la maggior parte dei programmi venivano ancora prodotti da IBM e abbinati gratuitamente alle macchine. markets in the ‘70” in Fred Gruenberg, ed. Expanding Use of Computers in the 70s: Markets, Needs, Technology (Englewood Cliffs, N.J. Prentice Hall , 1971). 11 Richard Thomas DeLama rter, “Big Blue: IBM’s Use and Abuse of Power”, London, PAN, 1988.

Anteprima della Tesi di Daniele Moscati

Anteprima della tesi: Strategie competitive nell'industria del software, Pagina 10

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Daniele Moscati Contatta »

Composta da 222 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3924 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 19 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.