Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il marketing del largo consumo: la multinazionale Coca Cola

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Il merchandising del produttore, un nuovo approccio analitico 17 Anche per l’allocazione dello spazio vi è un monitoraggio continuo e una misurazione della performance gli indicatori più utilizzati dal trade sono vari. Vi sono indici di redditività dell’assortimento, quali il semplice margine di prodotto (vendite al netto dell’i.v.a. meno il costo del venduto) rettificato o meno con gli sconti di fattura, premi fine anno, contributi promozionali e differenze inventariali; oppure il più sofisticato Gmroi (gross margin return of inventories) unione di margine e rotazione di prodotto. Il Gmroi è stato introdotto come misura della performance, alla luce della nuova considerazione data al concetto di investimento, inteso non più solo come stock (Roi), ma anche come costo della superficie espositiva occupata. Altro parametro è il Dpp (direct product profitability), calcolato tramite metodi di contabilità analitica tenendo conto dei costi variabili e dei costi fissi speciali, direct product costing (per un approfondimento sul tema si veda Sabbadin 1991, Lugli 1988). Quale che sia il sistema adottato vengono attuate valutazioni della performance di categoria, singola referenza, reparto, e buyer. Le attività di merchandising, così come esposte sono presenti in un’ipotesi di canale evoluto, catene della grande distribuzione nazionale e multinazionale. Nella realtà del mercato il produttore, quanto più è di largo consumo e alla ricerca di alta copertura, interfaccia molteplici tipologie di canali distributivi più o meno evoluti, tanto più deve attuare un approccio di tipo flessibile, ovvero diversificato per canale. Per questa ragione il merchandising deve essere affrontato in maniera analitica e strutturale, essendo queste condizioni necessarie per la sua corretta implementazione e per un controllo rigoroso.

Anteprima della Tesi di Igor Mauro Bagnobianchi

Anteprima della tesi: Il marketing del largo consumo: la multinazionale Coca Cola, Pagina 15

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Igor Mauro Bagnobianchi Contatta »

Composta da 184 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 12181 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 17 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.