Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il marketing del largo consumo: la multinazionale Coca Cola

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Il merchandising del produttore, un nuovo approccio analitico 4 Obiettivi più immediati sono quelli di aumentare la rotazione del prodotto, il servizio offerto, l’efficienza e la frequenza del processo di acquisto. Nel tempo si sono succeduti differenti approcci a questa materia e relative definizioni più o meno allargate. Gli autori americani in materia di marketing Phillips e Duncan (1977) hanno proposto il merchandising come “sviluppo del prodotto”: attività dell’operatore commerciale che rispondendo ai bisogni dei clienti attua decisioni di qualità ed estensione dell’assortimento, etichettatura e packaging dei prodotti, attività di buyer, modifica e introduzione di prodotti. Questa visione ci pare ormai poco attinente con la realtà. L’Academie Francaise des Sciences Commerciales definisce il merchandising appartenente al marketing e inerente le tecniche commerciali atte a presentare, nelle migliori condizioni materiali e psicologiche il prodotto offerto, sostituendosi così ad una presentazione passiva del prodotto. L’Institut Francais du merchandising lo definisce come un sistema di studi e tecniche di applicazione messe in atto separatamente o congiuntamente da produttori e distributori, allo scopo di accrescere le vendite del prodotto e la redditività del punto vendita, mediante il costante adeguamento dell’assortimento ai bisogni del mercato e un’adeguata presentazione delle merci. Masson, Wellhoff (1973) e poi Collesei (1989), sostengono quest’ultima definizione, affermando che si tratta di azioni attuate da produzione e distribuzione, per valorizzare il prodotto offerto; dove al produttore spettano le attività di corretta presentazione ed evidenziazione dei propri prodotti nel punto vendita, e al distributore spettano la gestione dell’assortimento, il layout dell’ area di vendita e i servizi alla clientela. Il comitato per le definizioni, istituito dall’American Marketing Association definisce il merchandising come la programmazione necessaria per distribuire la giusta merce (o servizio), nel luogo giusto, al momento giusto, nella quantità giusta ed al prezzo giusto; ovvero:

Anteprima della Tesi di Igor Mauro Bagnobianchi

Anteprima della tesi: Il marketing del largo consumo: la multinazionale Coca Cola, Pagina 2

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Igor Mauro Bagnobianchi Contatta »

Composta da 184 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 12181 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 17 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.