Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Operazioni delle Nazioni Unite per il mantenimento della pace e obblighi di diritto internazionale umanitario

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

14 Nel momento stesso in cui essi agiscono come agenti delle Nazioni Unite, i caschi blu mantengono il loro status di organi dello Stato d�invio. Il vincolo che li lega ai rispettivi Stati nazionali non viene eliminato per la durata della missione. I caschi blu sono, per cos� dire, degli �agenti doppi�: in essi coesisterebbe un doppio legame giuridico che si manifesterebbe in un doppio status organico; si potrebbe parlare di persone per mezzo delle quali agiscono, allo stesso tempo e attraverso le stesse attivit�, non solo le Nazioni Unite, ma anche lo Stato nazionale che fornisce il personale. 30 Si configura,in questo modo, una situazione alquanto singolare, deducibile anche dal fatto che i caschi blu sono inquadrati in contingenti nazionali, e quindi sottoposti ad un comando nazionale. Tale condizione �, inoltre, esplicitata all�interno delle risoluzioni che anno istituito varie operazioni di mantenimento della pace. 31 E� chiaro dunque, che i membri delle forze impegnate in operazioni di peace-keeping sono a tutti gli effetti, per il periodo necessario a compiere la missione, degli agenti delle Nazioni Unite; questo per� non contrasta con il fatto di poter continuare a mantenere lo status di organo militare dello Stato d�invio. La conseguenza pi� evidente del persistere di questo doppio vincolo giuridico � rappresentata dal fatto che non ci si potr� mai trovare di fronte ad un comando �integrale� (c.d. full command) 32 dal 30 I contingenti nazionali che compongono le forze delle Nazioni Unite godono, quindi, di un doppio status giuridico, �En tant que composantes de ces forces, ils constituent un personnel militaire international qui agit au nom et dans l�int�r�t exclusif de l�Organisation des Nations Unies [�], ils ne cessent pas, pour autant, de faire partie des forces arm�es de cet Etat.�, CONDORELLI, LA ROSA, SCHERRER, op. cit., p.348. 31 E� ancora il regolamento istitutivo dell�UNEF del 1957 (che costituisce un modello a cui le operazioni seguenti si sono ispirate) a prevedere, all�art. 6, che i membri della forza: �[�], although remaining in their national service, are, during the period of their assignment to the force, international personnel under the authority of the United Nations�, SIEKMANN, op. cit., p.38. 32 Su questo punto, riguardante i diversi aspetti organizzativi delle forze impegnate in operazioni di mantenimento della pace, come ad esempio la distinzione tra comando strategico, operativo e organico, il coordinamento tra comando nazionale ed internazionale, cfr. VOELCKEL, �Quelques aspects da la conduite des op�rations de maintien de

Anteprima della Tesi di Gian Luca Beruto

Anteprima della tesi: Operazioni delle Nazioni Unite per il mantenimento della pace e obblighi di diritto internazionale umanitario, Pagina 14

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Gian Luca Beruto Contatta »

Composta da 132 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7879 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 17 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.